In questo articolo si parla di:

La città della moda diventa sempre di più anche città dello sport. Infatti due noti brand del settore, Under Armour e ASICS, apriranno prossimamente a Milano.

Under Armour sceglie piazza Gae Aulenti per l’apertura del suo primo store milanese. Prossimamente il brand si insedierà proprio nella zona dell’actiwear, Porta Nuova appunto, già “occupata” da Nike, New Balance, Reebok (con un temporary store) e adidas. “Piazza Gae Aulenti – ha spiegato Michele Rossi, business unit manager di Under Armour Italia – rappresenta la Milano nuova, quella più all’avanguardia, in linea con il dna e lo sviluppo del brand. Abbiamo scelto questa location perché è un luogo di grande attrattività sia per i milanesi sia per i turisti, dove si sta sviluppando un polo sportivo e futurista”. Dopo l’apertura nel centro commerciale Oriocenter, questo sarà il secondo store per Under Armour. Il nuovo negozio, la cui brand experience è stata curata dal team di architetti dell’headquarter di Baltimora, segue il concept americano e offre al consumatore un’immersione nel mondo multisport di Under Armour in 340 mq, con le sue diverse linee, dal training al running, dal basket alle proposte kids.

Il marchio, che dal 2017 è distribuito in Italia dal gruppo altoatesino Oberalp, ha in programma entro i prossimi 3/5 anni 20 nuove aperture. “Dopo Milano ci concentreremo su Roma e in autunno apriremo nei due Outlet Village Franciacorta (Bs) e Valdichiana (Ar). Insomma, il 2018 e il 2019 si prospettano anni di grande accelerazione, raggiungere i 100 milioni di fatturato rimane il nostro goal di lungo periodo”, ha concluso Rossi. Under Armour ha deciso recentemente di unirsi alla marcia indietro dei CEO dall’associazione della manifattura voluta dal presidente Trump. In un tweet di metà agosto, infatti, Kevin Plank, il numero uno dell’azienda, ha annunciato di abbandonare l’American Manufacturing Council, formato da circa 20 manager dei più disparati settori per consigliare l’amministrazione Trump sulle questioni legate alla manifattura, per “focalizzarsi sul potere di ispirare e unire dello sport”.

ASICS, con il suo obiettivo di aprire 100 negozi entro il 2020 nel Vecchio Continente (leggi la notizia qui), si prepara a inaugurare il primo flagship italiano proprio nella città meneghina, all’angolo tra via Meravigli e via Dante (sopra uno scatto dell’esterno del negozio). Non è ancora stata comunicata la data prevista per l’opening. Il gruppo, che ha recentemente inaugurato un flagship londinese su Regent Street quest’estate e che oggi possiede 26 negozi,  punta a espandersi in Europa entro i prossimi tre anni. Il team di Scott Wakefield, il direttore retail per l’Europa, sta lavorando per sviluppare la rete nelle principali città del continente. L’approccio comporta anche un aumento delle presenze del brand nei multimarca con la creazione di shop-in-shop e lo sviluppo dell’e-commerce. In parallelo, il gruppo ha assegnato più risorse all’Europa per rafforzare i team del merchandising, con più persone dedicate al running e al lifestyle. Inoltre l’azienda sta investendo nel marketing digitale.