In questo articolo si parla di:
4 Ottobre 2017

Tra le gare più attese del mese e del week end, c’è la Mezza di Treviso, una manifestazione che diventa sempre più internazionale e sempre più rosa, vista la grande partecipazione femminile. Circa il 35% dei partecipanti infatti sono donne. Sono anche in crescita gli stranieri: oltre venti nazioni saranno rappresentate al via. Gli atleti arrivano dal Brasile e dagli Stati Uniti, dall’Argentina e da una buona fetta d’Europa. L’appuntamento è quindi per domenica 8 ottobre, dove alla linea di partenza si presenteranno oltre 2.600 iscritti. A oggi è stato comunque già superato il record di iscritti dello scorso anno (2.635 iscritti). Anche se ormai manca poco, le previsioni del tempo lasciano ben sperare per una buona affluenza. Inoltre anche quest’anno la manifestazione sarà affiancata dalla Family Run, una corsa di 5 km, aperta a tutti, che si svilupperà interamente in centro storico, partendo dalle mura.

La gara principale invece, nobilitata dal Silver Label, il sigillo di qualità rilasciato dalla Federazione italiana di atletica leggera, si snoderà sul tracciato che dalla città porterà gli atleti a correre, per un lungo tratto, lungo la Restera, seguendo il corso del Sile. Il percorso di gara è stato modificato nella parte finale, in modo che l’arrivo non sia più posizionato in Borgo Cavour, ma in viale Bartolomeo d’Alviano. Il lungo rettilineo ai piedi delle mura ospiterà così sia la partenza che il traguardo della mezza maratona organizzata dall’ex campione azzurro Salvatore Bettiol e dallo staff di Bettiol Sport Events.
Il paradiso degli sportivi trevigiani diventerà così, per una domenica, la cornice di una gara che, nelle precedenti tre edizioni, ha fornito anche risultati di spessore dal punto di vista tecnico, con la vittoria del campione europeo di maratona Daniele Meucci nel 2015 e il record del percorso – 1h01’25” – stabilito l’anno scorso dal keniano Paul Kariuki Mwangi.

Lamezzaditreviso.com