In questo articolo si parla di:
9 Ottobre 2017

Le maratone vincono su calcio e Formula 1. Questo almeno secondo le previsioni del gigante automobilistico BMW che sta cambiando il modo di fare marketing sportivo. Friedrich Edel, responsabile del marketing sportivo presso la BMW Germany, ha spiegato in un’intervista con ISPO.com, perché il produttore di automobili si è impegnato a sostenere – ad esempio, come sponsor principale della BMW Berlin Marathon il 24 settembre. E perché la sua azienda sta ignorando lo sport nazionale, il calcio, in contrasto con i concorrenti Audi e VW.

La Maratona di Berlino è una delle maratone più prestigiose del mondo, la più conosciuta in Germania e tra le più veloci del mondo. Il 24 settembre, oltre 30.000 corridori si sono allineati alla partenza. Dal 2011 è stato il principale sponsor del grande evento. Per la grande società di Monaco, il coinvolgimento nell’esecuzione è una parte importante della strategia di marketing sportivo, per la quale è responsabile Friedrich Edel.

“BMW non persegue la sponsorizzazione come fine in sé”, racconta Friedrich Edel. “Le sponsorizzazioni sportive fanno parte della nostra strategia aziendale; perseguono obiettivi di marca e / o marketing e vengono regolarmente riesaminati per vedere se stanno rispettando questi obiettivi. In breve, le nostre attività di sponsorizzazione hanno un effetto positivo sulle vendite, altrimenti non saremmo coinvolti in questo modo. L’acquisto di un’automobile è spesso il secondo più grande investimento, accanto all’acquisto di una casa”

“Sebbene non possiamo discutere di cifre e dati reali”, continua. “Si può generalmente affermare che il nostro coinvolgimento in esecuzione ha un effetto molto positivo sulle nostre vendite e KPI di marca. Abbiamo effettuato una ricerca globale sul mercato usando l’esempio della BMW Marathon di Berlino. Ciò dimostra che BMW ha potuto aumentare notevolmente i propri voti di popolarità tra i partecipanti alla maratona sia a breve che a lungo termine. La casa automobilistica è coinvolta in molte aree quando si tratta di sport. La nostra consapevolezza del marchio è sufficiente, anche senza il sostegno delle sponsorizzazioni. Anche il targeting dei potenziali clienti nel contesto del calcio è difficile, questi sono solo alcuni dei motivi per cui non ci concentriamo su questo settore.

“Bmw inoltre sponsorizza diversi atleti come Anna e Lisa Hahner, Magdalena Neuner (biathlon), Stefan Glowacz (outdoor) e Alessandro Zanardi (motorsport / triathlon di lunga distanza). Per noi è importante avere personalità forti nel nostro team – personalità che vivono per le loro discipline e che ispirano persone, inclusi i nostri clienti”.