In questo articolo si parla di:

Il brand americano, fondato nel 1996 da Kevin Plank, ha ristrutturato per la città di Milano e per tutti gli amanti del basket lo storico playground di Parco Sempione. Un gesto che lega ancora di più Under Armour alla città dopo la recente apertura del flagship store in piazza Gae Aulenti e che fa parte di un più ampio progetto dell’azienda di impegnarsi in alcuni progetti sociali.

Il famoso motto della recente campagna “I will” diventa “We will”, con l’idea che niente possa unire come lo sport. Per questo motivo l’azienda sta investendo per creare o rinnovare centri comunitari, campi e spazi in cui praticare sport, trasformandoli in poli di aggregazione positiva.

Seguendo il progetto promosso dal comune di Milano “Adotta il verde pubblico”, di cui anche Under Armour è promotore, l’azienda ha deciso di ristrutturare il campo da basket milanese, che presentava problemi strutturali, riportandolo a norma e offrendolo ai cittadini come spazio funzionale. I lavori, iniziati a ottobre e durati circa un mese, sono stati realizzati per integrare la struttura nel verde del Parco nel rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa vigente.

É stato rifatto il manto da diversi anni non più in piano per garantire un’ottima risposta del pallone durante le partite, con una migliore tenuta al tempo, sia negli anni sia agli sbalzi termici. Inoltre, sono state sostituite e messe a norma entrambe le strutture dei canestri, ormai di altezze diverse, con soluzioni meno impattanti, cancellati i segni di vandalismo e rifatte le linee di gioco

Per inaugurare il nuovo campo, lo scorso 5 novembre Under Armour ha organizzato una Shop-Battle commentata dallo speaker radiofonico Gianluca Gazzoli, in cui sono stati coinvolti gli 8 negozi basket più rappresentativi del marchio in Italia, che per l’occasione hanno formato la loro squadra ideale. Il negozio più forte è stato premiato, così come anche l’MVP e il best 3point shooter.