In questo articolo si parla di:

Cosa sarebbero disposti a fare i runner per avere un po’ più di energia nella corsa? Secondo uno studio effettuato da Survey Sempling International per Brooks, i runner italiani, per correre meglio e più a lungo, sarebbero disposti a: mandar giù bicarbonato di sodio (48%), mangiare cordyceps (23%), noti anche come funghi medicinali, sorseggiare salamoia di cetriolini sottaceto (17%) e persino ricorrere a rimedi meno ortodossi come budino di sangue (12%) o vino al pene di cervo (7%)…

Il motto dei Masai è: “I leoni possono correre più veloce di noi, ma noi possiamo correre più a lungo”. Proprio loro farebbero coagulare il sangue di mucca con il latte per formare una crema al sangue, che li aiuterebbe a correre più a lungo. Alcuni atleti cinesi bevono vino al pene di cervo per incrementare le proprie prestazioni. Questo rimedio cinese è considerato una sostanza dopante da molte federazioni sportive: la bevanda è stata vietata alle Olimpiadi di Pechino 2008. Infine, Rick Ganzi, corridore anche noto come “Doctor Pickle Juice”, giura che il liquido dei cetriolini sottaceto lo aiuta nelle maratone.

Nella realtà i cinque alimenti più utilizzati sono le banane (49%), le barrette energetiche (48%), il cioccolato (43%), le noci (42%) e lo yogurt (34%). A sorpresa, qualcuno mangia anche la pizza (8%), mentre quasi uno su tre (29%) beve caffè prima di iniziare la corsa.

Naturalmente, esiste un modo molto più semplice per ottenere maggiore energia e per correre più a lungo: passare a una “scarpa da corsa energetica”. La maggior parte dei runner italiani (94%) cambierebbero calzature se queste dessero loro l’energia necessaria per correre più a lungo. E qui entrano in scena le nuove Levitate Black di Brooks, che con la loro ammortizzazione hanno un maggior ritorno di energia, grazie alla tecnologia dell’intersuola DNA AMP di questo modello che porta l’energia a dirigersi direttamente verso il runner. La suola flessibile a forma di punta di freccia facilita le transizioni tallone-avampiede, velocizzandole senza dispersioni di energia al suolo. La tomaia Fit Knit avvolge il piede nel suo comfort, muovendosi ed espandendosi.

“Essendo noi stessi corridori, sappiamo bene che tutti desideriamo qualcosa che ci faccia correre più a lungo e con maggiore facilità”, spiega Susana Pezzi Rodriguez, Marketing Manager Brooks Italia. Per quanto esistano alimenti che forniscono energia supplementare, è il passaggio a una scarpa da corsa energetica che aiuta davvero ad allungare le distanze. Per anni nei laboratori Brooks abbiamo lavorato per mettere a punto un sistema per dare ai runner l’energia per correre più a lungo, e alla fine ce l’abbiamo fatta. Brooks Levitate fornisce il maggior ritorno di energia tra le scarpe da corsa tecniche leader sul mercato e contiene la rivoluzionante tecnologia dell’intersuola DNA AMP, che restituisce l’energia direttamente al runner, dando l’illusione di poter correre per sempre”.