In questo articolo si parla di:

A pochi giorni dalla EA7 Milano Marathon, vengono rivelati i nomi dei top runner che si sfideranno lungo le vie della città. Primo tra tutti, colui che ha realizzato il tempo migliore sul suolo italiano nella scorsa edizione, eleggendo la Milano Marathon come gara top per contenuto tecnico a livello italiano e in una ristretta élite mondiale. Stiamo parlando di Edwin Koech, il defending champion, vincitore dell’edizione 2017 con il tempo di 2h07’13’. Il kenyano sfiderà l’etiope Seifu Tura, secondo al debutto in maratona lo scorso novembre a Seoul in 2h09’26”, ma soprattutto 7° in 2h04’44’’ a Dubai a fine gennaio, in quella che è stata la più grande gara di sempre dal punto di vista tecnico.

In campo femminile la battaglia è tutta targata Kenya, con il ritorno della vincitrice del 2017 Sheila Chepkech, che dopo il 2h29’52’’ realizzato a Milano si è migliorata in autunno a Košice scendendo a 2h29’13’’. A sfidarla ci sarà Lucy Kabuu, un personale di 2h19’34’’ (10° tempo all-time) registrato a Dubai nel 2012 e reduce dal 2h31’21’’ fatto segnare a gennaio ad Hong Kong.

Per l’Italia si sfideranno due donne, due veterane della maratona azzurra: la pugliese Rosalba Console, classe 1979, che vanta un personale di 2h26’10’’ realizzato a Berlino nel 2011, e la biellese Fatna Maraoui, marocchina di nascita, ma da tempo naturalizzata italiana, che si presenterà al via con personal best di 2h30’50’’ datato Valencia 2015.
Molte le affinità tra le due atlete: vestono i colori di gruppi sportivi militari (il giallo delle Fiamme Gialle per la Console, l’azzurro dell’Esercito per la Maraoui), hanno indossato più volte la maglia azzurra ed entrambe sono mamme di 2 figli.

Milanomarathon.it