In questo articolo si parla di:
La scarpa storica di Nike esce oggi 15 maggio nella sua versione numero 35. Nel 1983, l’azienda ha presentato perla prima volta la Pegasus, la scarpa ideata per tutti i runner. Progettata per essere per metà un modello Air (ispirato al cavallo alato da cui ha preso il nome), rappresenta il movimento, la velocità e il fascino del volo.

Nei suoi 35 anni di vita, la scarpa Nike Air Zoom Pegasus è stata sottoposta a importanti modifiche tecnologiche, sviluppate sulla base dai feedback delle prove di allenamento dei runner che corrono tutti i giorni, e da alcuni dei migliori maratoneti del mondo. Ma non è sempre stata la scarpa da running di eccellenza di Nike.

Alcune curiosità e eventi più significativi relativi alla scarpa:

È la scarpa di Nike più venduta in assoluto di tutti i tempi.
La Pegasus fu la prima scarpa ad avere una zeppa Air Wedge, una unità Air solo sul tacco che, come riporta un catalogo Nike dell’ottobre 1982, “migliora l’assorbimento dell’urto del 12% rispetto ad una zeppa EVA” (che sostituiva). In effetti è per questo che la scarpa fu chiamata in origine Air Wedge Traine.
Nel 1996 fu introdotta nella scarpa la tecnologia Visible Air.
Nel 2004 e per la prima volta nella storia della Pegasus, la versione da donna fu appositamente adattata all’anatomia del piede femminile. La sella delle scarpe da donna risultava più ricurva e il sostegno mediano fu incrementato. Ma fu solo nel 2006 che la scarpa venne realizzata specificatamente secondo il genere. E nel 2018 offre per la prima volta una schiuma Cushlon reattiva specificatamente destinata alle donne.
È la prima scarpa non realizzata per la pallacanestro a includere Nike FlyEase.

Le 5 special edition

1988 Air Pegasus ACG da uomo. Con una tomaia di pelle sintetica e la punta di gomma, i runner hanno avuto una valida alternativa in presenza di freddo, piste   bagnate e fuori pista.

1991 Air Pegasus A/T da uomo.  Realizzata in pelle grigia e nera e in pelle sintetica, era pensata per la corsa su tutti i tipi di terreno.
1991 Air Pegasus Racer. Costruita sulla stessa sagoma della Air Pegasus, la Racer offriva a chi correva tutti i giorni una scarpa più leggera per la corsa, portando la bilancia a circa 218 grammi rispetto ai 283 della Air Pegasus dell’epoca
2003 Air Trail Pegasus. La sua resistente suola waffle per la trazione è stata costruita tecnicamente per aggrapparsi al terreno in condizioni di bagnato. Una tomaia di mesh traspirante e una punta in gomma offrivano maggiore protezione.
2017 Air Zoom Pegasus Mo Farah. Per celebrare i successi di Farah, Nike ha personalizzato l’ultimo modello della sua scarpa da allenamento preferita con dettagli personali, tra cui il colore rosso (per sostenere la sua squadra di calcio preferita), la bandiera britannica (è stato insignito del titolo di Commander of the British Empire e di Cavaliere da Sua Maestà la Regina Elisabetta II) e alcuni tocchi dorati (a ricordo delle sue nove medaglie d’oro).
La Pegasus 2018 prende ispirazione dalla Zoom Vaporfly 4% e per la prima volta offre un Airbag Zoom articolato a tutta lunghezza. (Per dimostrare che un Airbag si poteva curvare in modo simile alla piastra di fibra al carbonio della 4%, il designer scaldò un Airbag nel suo forno a microonde e poi lo avvolse intorno ad un boccale di birra).

La Nike Air Zoom Pegasus 35 è disponibile per le misure da donna dal 15 maggio e per le misure donna e uomo dal 1 giugno su nike.com e presso negozi selezionati.