In questo articolo si parla di:

Grande successo per la due giorni di SEA Milano DeeJay Tri, la grande festa del triathlon nata dalla collaborazione tra Comune di Milano, SEA Milan Airports, Radio DeeJay e TriO Events, con il supporto della Città Metropolitana di Milano e della Città di Segrate.

Tutti all’idroscalo

La due giorni di nuoto, ciclismo e corsa, che coinvolge sia i tesserati della Federazione Italiana Triathlon che i non agonisti con tesseramento giornaliero, è partita alle ore 12.30 con il Super Sprint (400m – 10km – 2.5km) che ha visto competere 200 atleti, molti dei quali al loro primo triathlon. A salire sul gradino più alto del podio, per la categoria Uomini, Marco Montagni (Atomica Triathlon) con il tempo di 39’45’’, seguito da Gianfranco Albani con il tempo di 39’51’’ e Massimo Rusmini (Rho Triathlon Club) con il tempo di 40’40’’. Nella gara femminile a vincere Roberta Ferretti (Krono Lario Team S.S.) con il tempo di 44’49’’, seguita da Alessia Fumasoli con il tempo di 47’43’’ e Jessica Cusinato con il tempo di 49’05’’.

In scena il sabato la distanza olimpica

Alle ore 14 è stato il turno della distanza olimpica (1500m – 40km – 10km) affrontata individualmente e in modalità staffetta da 900 atleti. Vincitore per la categoria Uomini, Valerio Patané (Cus Pro Patria Milano) con il tempo di 01:53:54, seguito da Dario Chitti (Project Ultraman) con un distacco di 18 secondi, terzo Nicolò Strada (TTR) con un distacco di 43 secondi. La gara femminile è stata vinta da Sharon Spimi (TTR) con il tempo di 02:06:18, seconda Francesca Invernizzi (DDS) con il tempo di 02:13:22, terza Daniela Locarno (TriSports.it Team) con il tempo di 02:15:33. Nella staffetta ha vinto il Team Daje Forte (Beranger, Calliari, Schiliro) con il tempo di 01:59:47, seguito dal Team Raschiani ShasaSimoneAndrea (De Grandis, Delli Carri, Delli Carri) con il tempo di 02:04:59 e dal Morbidi Team 2 (Bolamperti, Madrigrano, Rancati) con il tempo di 02:14:25.   

È stata una gara difficile da interpretare – ha dichiarato Valerio Patané perché a nuoto abbiamo particolarmente tirato. La frazione ciclistica, anche se con una velocità media un po’ bassa, è stata molto nervosa, con vari scatti, quindi le gambe sulla corsa erano provate. Ho sfruttato la mia caratteristica, quella di partire molto forte, me la sono giocata ed è andata bene così. Sapevo che Dario Chitti è un ottimo corridore, anche se oggi probabilmente stanco dopo un periodo di altura. Dopo 4 o 5 km ha cominciato a perdere ritmo e sono riuscito a staccarlo”.

La domenica è la volta dello sprint

Nella giornata di domenica 20 maggio a gareggiare quasi 1.000 triatleti, tesserati della Federazione Italiana Triathlon e non agonisti con tesseramento giornaliero, dello Sprint (750m – 20km – 5km). Podio internazionale, per la categoria Uomini, con il vincitore Gabor Faldum (PPRTeam) con il tempo di 57’35’’, seguito da Dario Chitti (Project Ultraman), secondo anche nell’Olimpico di sabato, con il tempo di 58’05’’ e Jakob Sosniok (LC Bozen) con il tempo di 58’10’’. Nella gara femminile primo posto per Carlotta Bonacina (Raschiani TRI Pavese) con il tempo di 01:06:47, seconda Veronica Signorini (Triathlon Cremona ST) con il tempo di 01:07:02 e terza Angelica Prestia (Pianeta Acqua) con il tempo di 01:07:35.

Sono molto soddisfatto del risultato – ha dichiarato Gabor FaldumÈ la mia prima partecipazione a SEA Milano Deejay TRI, un grande evento per gli appassionati di triathlon a cui mi piacerebbe partecipare anche nella prossima stagione. Bellissima location con percorsi davvero coinvolgenti”.  

Photo credits@Marco Bardella

deejaytri.com