Due gare invernali, cinque estive e una autunnale: 8 prove dai 6 ai 450 km, da febbraio a ottobre.

Si inizia il 23 febbraio a Flassin con l’Arrancaslimba in collaborazione con Les Bières du Grand Saint Bernard, una gara non competitiva goliardica su un anello di 6km da affrontare rigorosamente in coppia, legati, su sci d’alpinismo, da fondo, ramponcini o ciaspole. La gara è gemellata alla celebre Arrancabirra che andrà a chiudere il calendario VDA Trailers in ottobre, apertura iscrizione come sempre il 1° giugno.

Il programma invernale prosegue con la Courmayeur Winter Eco Trail by Night (13 km – 1500 d+) il 9 marzo alle ore 18, una gara in notturna su neve lungo le piste del comprensorio sciistico di Courmayeur, con partenza e arrivo a Dolonne.

Il Gran Trail Courmayeur viene confermato il secondo fine settimana di luglio con le 3 distanze ormai classiche 30/55/105 km sui sentieri della Val Ferret e della Val Veny, una gara tecnica e al contempo mozzafiato. Il GTC infatti ha raggiunto negli anni una importante notorietà a livello internazionale, richiamando atleti da ben 36 nazioni.

Le iscrizioni a queste tre gare apriranno sul portale www.100x100trail.com il 15 novembre 2018 alle ore 12.

Ma le novità più evidenti sono quelle che vanno sotto il marchio TOR.

Il Tor des Géants, nella sua versione “classica”, la più amata e la più ambita, decisa a celebrare in grande stile il suo decennale, sarà anticipata di due giorni dalla partenza della nuova competizione Tor des Glaciers, che si snoderà sui sentieri delle alte vie 3 e 4. La distanza sarà di complessivi 450 km, che potranno macinare solo atleti dalla grande resistenza fisica e mentale e soprattutto con una perfetta conoscenza degli ambienti d’alta montagna. Gara molto lunga, dunque, ma ce ne sarà anche una molto breve, Il Tor du Malatrà, 30 km da saldare nell’arco di una sola giornata. I concorrenti transiteranno nello stretto passaggio panoramico del celebre Col Malatrà quasi a quota 3.000 vivendo le stesse emozioni di chi il TOR lo sta per finire. Novità in vista anche per la gara di 130 km che parte tradizionalmente da Gressoney al calare del buio per arrivare a Courmayeur entro 44 ore, che cambia la sua denominazione: non più Tot Dret ma Tor Dret, per meglio uniformarsi allo spirito della grande 10 giorni agonistica di settembre.