In questo articolo si parla di:
9 Dicembre 2018

Il 2020 sarà l’anno che regalerà a Macron una nuova sede produttiva alle porte di Bologna, città natale del marchio diventato tra i più importanti della sport industry. Alla soglia dei suoi 50 anni infatti, l’azienda italiana si fa portavoce della produzione made in Italy confrontandosi con grandi realtà internazionali.

Per questo trovare una nuova sede degna di una storia d’impresa in continua espensione era importante e il progetto fa presagire a un grande desiderio di non fermarsi qui. A Valsamoggia nascerà un polo prdouttivo che occuperà un’area di oltre 20.000 mq, di cui 6mila dedicati a parte direzionale e uffici e 16mila a magazzini.

Il progetto, seguito dallo Studio Lenzi e Associati, punta ad ottimizzare produzione e logistica del player felsineo e si inserisce nell’ambiente circostante garantendo i più moderni criteri di sostenibilità energetica e ambientale. Complessivamente, il terreno interessato dall’intervento si estende su 55mila mq e include un’area verde con circa 200 alberi.

Oggi, Macron dispone di 2 hub logistici in Italia, a Bologna (6.000 mq.) e Monselice (7.000 mq.), in provincia di Padova, e conta un imponente network distributivo globale costituito da 150 punti vendita monomarca e 800 multimarca.

Numeri importanti per il brand che punta entro la fine del 2018 a una quota di 100 milioni di fatturato confermando così un trend di crescita ininterrotto dal 2004.