Per il lancio della nuova scarpa da running HOVR Infinite, Under Armour ha scelto Monaco di Baviera. E lo ha fatto il 4 febbraio scorso sul palco della sala congressi della prestigiosa location Gaszählerwerkstatt, dove si sono alternati Topher Gaylord, Senior VP of Global Footwear, Dave Dombrow, Chief Design Officer, Under Armour Inc e Ben McAllister, Director, Product, MapMyRun. Tra il pubblico in sala, giornalisti, blogger e influencer provenienti da tutta Europa, tra cui noi di Running Magazine, in trasferta a Monaco già per ISPO.

Dopo la presentazione, l’abbiamo testata all’Olimpiapark dove, nonostante il ghiaccio e la neve, si è comportata decisamente bene. Merito della suola nell’avampiede costruita con una miscela di pura e soffice gomma che garantisce una migliore presa sul terreno e di conseguenza una corsa più fluida. Alla HOVR Infinite abbiamo dedicato “La scarpa del mese” dell’ultimo numero del 2018.

Perché “Infinite”? Perché la scarpa è stata progettata per fornire ai runner una costante sensazione di supporto al piede per un infinito numero di chilometri, così dichiara l’azienda. Inoltre, grazie alla soffice schiuma HOVR che si estende su tutta la pianta dal tallone all’avampiede, racchiusa nella “energy web”, una rete di compressione che si modella per restituire energia alle falcate, chi corre non dovrà più scegliere tra ammortizzazione o prestazione.

La vera innovazione però è il sensore incorporato nell’intersuola della scarpa destra che si collega tramite Bluetooth all’app MapMyRun.

Le scarpe collegate possono tracciare, analizzare e memorizzare così tutti i dati della corsa per pianificare al meglio le sessioni future di allenamento. Inoltre, gli utenti entrano a far parte della grande community mondiale di Under Armour con oltre 245 milioni di runner uniti dalla stessa passione.