In questo articolo si parla di:

Sabato 6 aprile, in occasione del Milano Running FestivalMiCo Fiera Milano City, dalle ore 10:00 alle ore 11:00 ci saranno tre speaker d’eccezione insieme sul palco per dare gli ultimi consigli prima della Generali Milano Marathon. Stiamo parlando di Stefano Baldini olimpionico di maratona, Elena Casiraghi, esperta in nutrizione e integrazione sportiva, Daniel Fontana campione Ironman.

Un’ora di consigli, aneddoti, errori da evitare e miti da sfatare, in vista della maratona milanese. Raccontati e spiegati con esempi pratici da chi di sport di endurance se ne intende. L’esperienza sul campo degli atleti, dei coach e di chi lavora ogni giorno e studia gli ultimi trend ed evoluzioni nel campo della scienza nutrizionale sportiva. Tre esperti di livello internazionale che metteranno a disposizione del pubblico la loro conoscenza e utili consigli.

Stefano BaldiniCampione Olimpico di maratona 

La maratona è un viaggio, personale e personalizzabile in base ai propri obiettivi. Ciascuno la vive a modo suo, chi cercando la performance e personal best, chi magari per mettersi per la prima volta veramente alla prova. L’importante è avere un piano e fare attenzione a tutti i dettagli, senza farsi sopraffare dall’adrenalina. In 42 km può succedere di tutto, bisogna rimanere lucidi, ci vogliono gambe, testa e cuore. Va curato ogni dettaglio, dall’abbigliamento, alle scarpe, all’integrazione, sfruttando bene i ristori, per arrivare a tagliare il traguardo col sorriso e la voglia di pensare già all’obiettivo successivo”.

Elena Casiraghiesperta in nutrizione e integrazione sportiva dell’equipe Enervit

Spesso ci si fa prendere dall’entusiasmo della gara, rischiando di commettere errori banali. Alimentazione e integrazione sono pilastri fondamentali nella preparazione dell’atleta, sono parte integrante dell’allenamento e strumenti per ridurre la fatica. Mai improvvisare, così il giorno prima della gara può essere utile prepararsi una check list di ciò che aiuterà la nostra prestazione. Ci vuole strategia per arrivare pronti e con le giuste energie, per vivere al meglio il viaggio della maratona, che può regalarci sensazioni indimenticabili”.

Daniel Fontanal’Ironman più vincente nella storia del triathlon italiano

 “La stagione del grande triathlon inizia nel nostro emisfero già a maggio per gli amanti delle lunghe distanze. Le maratone e le mezze primaverili sono un buonissimo banco di prova per iniziare a rimettersi psicologicamente ed organicamente nell’ottica agonistica. Pur essendo molto diversa una maratona corsa a secco dalla frazione podistica di un Ironman, è indubbio che mettere un pettorale sulla maglia e farlo con la giusta dose di consapevolezza, è sempre un ottimo passo nella direzione della costruzione di una performance agonistica. L’Ironman è un doppio viaggio di cui la gara è solo la seconda parte. Il resto del viaggio, la parte più importante forse, è tutta la fase di costruzione e di avvicinamento alla gara. Diciamo che scegliere di prendere parte ad una maratona in primavera è un’ottima tappa da affrontare lungo il percorso che vi porterà a raggiungere il vostro goal nella triplice”.

Potete trovare qui il programma completo del Milano Running Festival

Elena Casiraghi