In questo articolo si parla di:

Non si ferma la crescita di Puma, marchio tedesco con sede a Herzogenaurach (Baviera) e specializzato in abbigliamento sportivo. L’anno scorso l’azienda aveva già fatto registrare un +18%, attestandosi così su un tasso di crescita superiore rispetto al competitor “concittadino” Adidas (+8%). Dai primi dati del 2019, poi, emerge che l’azienda è migliorata ancora una volta, e in modo più significativo del previsto. Grazie soprattutto all’elevata domanda in Cina e in America, le vendite sono cresciute quasi del 17% (1.32 miliardi di euro).

Il CEO di Puma, Björn Gulden, ha dichiarato che “la crescita in tutte le regioni e in tutte le divisioni di prodotto conferma gli importanti progressi dell’azienda. Anche se avremo ancora nove mesi e nonostante tutte le incertezze che fanno parte di questo mercato, siamo fiduciosi di concludere l’anno mantenendo questa direzione”.

L’EBIT è aumentato del 27%, raggiungendo quota 142.5 milioni di euro, e Puma ha guadagnato 94.4 milioni di euro nel primo trimestre di quest’anno. Per il 2019 nel suo complesso la società prevede a questo punto una crescita delle vendite che si aggira intorno al 10%, con l’EBIT che dovrebbe crescere da 395 milioni a 415 milioni.