In questo articolo si parla di:

Appuntamento per il 5/6 ottobre con il Trento Running Festival, organizzato dall’asd Città di Trento, che avrà ben quattro format di gara. Sarà lo storico Giro al Sas, giunto alla sua 73ma edizione, a inaugurare la due giorni di festa trentina. La gara di 10 km, che si snoda fra le vie più suggestive della città, è solo su invito e vi partecipano i grandi campioni dell’atletica da tutto il mondo.

Ai più piccoli invece è dedicato il Giro al Sas Kids, mentre con la 5 km Happy Fmily Run proprio tutti potranno partecipare all’evento. Ma la vera sfida sarà la Trento Half Marathon”.

“Ogni anno vengono premiati i primi in tempo reale, che solitamente sono africani. Quest’anno vogliamo lanciare una sfida anche agli italiani, invitandoli alla Trento Half Marathon per battere il primato degli italiani della gara. Il più veloce di sempre è stato Said Boudalia che nel 2011 chiuse in 1:05:52, quello femminile risale al 2017, con Agnes Tschurtschenthaler che chiuse in 1:15:10. Due primati battibili direi e per stimolare questo obiettivo metteremo un premio speciale”. A parlare è Ferruccio Demadonna, presidente di Asd Città di Trento, società organizzatrice dell’evento trentino.

La Trento Half Marathon, giunta alla sua nona edizione, è caratterizzata da percorso veloce, sviluppato in un unico giro, all’interno del tessuto urbano della città che presenta pochissime asperità. Un tracciato ideale per ottenere ottimi risultati sotto il profilo cronometrico e migliorare quindi il proprio primato personale.
Una gara internazionale, di altissimo livello, con una tripletta keniana che ha conquistato il podio l’anno scorso che ha visto entrare nell’albo d’oro maschile, Abraham Akopesha che ha concluso e vinto la gara in 1h02’09”.

Mentre invece per la gara femminile s’impose Joyce Chepkemoi ha segnato il nuovo record femminile della gara chiudendo in 1h09’21”. Due vittorie con due crono di altissimo valore tecnico che generano grande attesa per la nuova edizione.

trentorunningfestival.it