In questo articolo si parla di:

Dopo gli sforzi profusi nel 2017, quando l’organizzazione dell’UTMB si è impegnata a fianco di altri 19 importanti organizzatori di eventi sportivi per rispettare 15 impegni eco-responsabili dietro la spinta del WWF Francia e del Ministero dello Sport (un’iniziativa acclamata e riconosciuta a livello nazionale dall’ONU in occasione dello “Sports for climate action” il 5 giugno 2019), questa partnership si è consolidata ulteriormente.

UTMB e WWF France, infatti, hanno stretto un nuovo legame con l’obiettivo principale di riconciliare le attività legate ai sentieri con i meccanismi ambientali dei territori del Monte Bianco. Questa partnership vuole dimostrare che un grande evento internazionale può essere un esemplare promotore del rispetto per l’ambiente e partecipare allo sviluppo sostenibile del suo territorio.

Sono cinque le aree di sviluppo nell’ambito della partnership:

  • Accompagnamento dell’UTMB negli impegni assunti con il GESI
  • Suggerimenti sulle azioni da attuare in seguito alla valutazione sul carbonio, che verrà effettuata durante l’UTMB 2019 (in programma dal 26 agosto al 1° settembre)
  • Proseguimento dell’approccio innovativo ed esemplare dell’UTMB nell’ambito dello sviluppo sostenibile
  • Supporto dei corridori dell’UTMB a favore di un progetto di protezione della biodiversità e della lince boreale. Questo progetto, che mira a proteggere questo felino in via di estinzione, beneficia anche dei fondi che il WWF Francia raccoglie dal Pandathlon, la sfida eco-sportiva che il WWF organizza il 29 e il 30 giugno all’Alpe d’Huez.
  • Accompagnamento nella formazione degli ambasciatori ambientali

“Organizzando un evento attorno al Monte Bianco e in un territorio unico al mondo, è essenziale rimanere attaccati ai nostri valori e sviluppare tutto quanto necessario per preservare questa natura”, ha dichiarato Catherine Poletti (a sinistra nella foto in alto), fondatrice dell’UTMB. “Siamo lieti che, dopo svariate azioni a tutela dell’ambiente, abbiamo raggiunto questo accordo, ulteriore riconoscimento dell’UTMB nell’ambito ambientale. La nostra collaborazione con WWF Francia sottolinea che le attività eco-responsabili sono parte integrante del nostro evento”.

Il rinnovato impegno è stato commentato con soddisfazione anche da Isabelle Autissier (a destra nella foto in alto), presidente del WWF Francia: “Due anni dopo la firma da parte dell’UTMB del mandato sui 15 impegni eco-responsabili del WWF Francia e del Ministero dello Sport, siamo orgogliosi di stringere oggi una partnership mirata ad accompagnare ulteriormente l’UTMB nel suo impegno ambientale. Insieme, dimostreremo che è possibile conciliare l’eccellenza sportiva con l’esemplarità ambientale. Proteggere il nostro pianeta è una corsa su lunga distanza e abbiamo bisogno che i grandi attori del mondo dello sport raccolgano questa sfida”.