28 Agosto 2019

In Italia, oltre tre runner su quattro (ben l’85%) sembrerebbero non essere consapevoli del proprio stile di corsa, perché non hanno mai effettuato un’analisi dell’andatura attraverso il test che esamina il movimento durante la corsa. Un ulteriore 50% inoltre non sa se, in base alle proprie caratteristiche, è iperpronatore, neutro o sotto-pronatore. Solo il 42% dei runner italiani sembra conoscere effettivamente la differenza tra una scarpa da corsa stabile e una neutra.

Questi i risultati di una ricerca indipendente commissionata per conto di ASICS.

Se i corridori non consapevoli del proprio stile di corsa e del tipo di scarpa più adatto a loro corrono con un modello di scarpa sbagliato, rischiano più facilmente di infortunarsi. Per aiutare i corridori a ridurre questo rischio, e quindi a trovare le scarpe appropriate,

ASICS ha lanciato il Running Lab.

Lo sport podiastrist Mick Habgood sottolinea l’importanza di indossare la scarpa giusta durante la corsa: “La ricerca ha dimostrato che i runner sono soggetti a un rischio maggiore di infortunio se corrono con scarpe sbagliate, quindi consiglierei sempre di completare un’analisi della propria andatura per assicurarsi di avere la scarpa corretta per le proprie caratteristiche. Questo non solo potrebbe aiutare a ridurre il rischio di lesioni, ma anche migliorare il comfort e le prestazioni complessive.

Linda van Aaken, VP of running at ASICS Europe, ha aggiunto: “Questa ricerca indica che molti corridori non sanno cosa cercare in una scarpa da running o trovano il processo di selezione difficile e confuso. Per questo motivo, abbiamo creato il servizio ASICS Running Lab, che offre alle persone la consulenza di esperti per capire quale scarpa si adatti meglio alle loro esigenze e alla propria tipologia di piede“.

IL SONDAGGIO

  • Tutte le cifre, se non diversamente indicato, provengono da YouGov Plc.
  • Il lavoro sul campo è stato condotto tra il 2 e il 3 luglio 2019.
  • Il sondaggio è stato condotto online.
  • Sono definiti “runner” coloro che corrono per esercizio fisico.
  • Le cifre sono state ponderate e sono rappresentative di tutti gli adulti italiani (dai 18 anni in su).
  • La dimensione totale del campione era di 1.016 adulti, di cui 584 non sono corridori abituali.
  • Il dato relativo all’85% dei runner che potrebbero correre con la scarpa sbagliata si riferisce a un dato combinato tra l’81% dei corridori che non hanno mai effettuato un’analisi dell’andatura e del 4% che non riesce a ricordare.

È stata inoltre condotta una ricerca su un campione di 3.205 runner in tutta Europa (Regno Unito, Germania, Francia, Italia, Spagna) e i risultati chiave sono i seguenti:

  • Il 70% degli adulti in tutti i mercati non è consapevole dei benefici di un’analisi dell’andatura
  • Il 77% non ha mai effettuato un’analisi dell’andatura / il 4% non riesce a ricordare
  • Il 62% non conosce la differenza tra scarpe da corsa stabili e scarpe da corsa neutre
  • il 54% non è sicuro della propria andatura / stile di corsa