In questo articolo si parla di:
4 Dicembre 2019

Nike conclude la sua partnership con Amazon per puntare su Tmall. L’e-commerce cinese è tra le più grandi piattaforme di vendite online al mondo. 

Un giorno prima dell’annuncio della rottura con Amazon, l’11 novembre scorso, l’azienda di Beaverton ha infatti venduto prodotti per oltre un miliardo di yuan (circa 130 milioni di euro) nelle proposte del Single Day di Tmall. In soli 45 secondi sono stati venduti articoli Nike per diverse centinaia di milioni di yuan. L’assortimento di Nike in vista del Single Day è aumentato del 23% anno su anno.

Il Tmall Innovation Center è in grado di sviluppare prodotti specifici per il mercato cinese, analizzando il comportamento e le preferenze dei consumatori della piattaforma e i dati sulle tendenze del settore. La piena integrazione di uno shop su Tmall nell’universo digitale di Nike è centrale per il successo del gruppo nel mercato cinese. La collaborazione con la piattaforma in orbita ad Alibaba permetterebbe inoltre di ridurre i problemi legati agli accordi con distributori terzi.

Nike presidia l’e-commerce cinese con il suo sito e con la presenza, tra gli altri, sui portali Alibaba, Tmall e Jd.com.

Nike, il cui anno fiscale va da giugno a maggio, ha chiuso il primo trimestre con utili e ricavi in aumento, proprio grazie alla performance della Cina. Nei tre mesi chiusi il 31 agosto scorso, il colosso dell’abbigliamento sportivo ha registrato una crescita dei profitti del 25% a 1,37 miliardi di dollari (circa 1,24 miliardi di euro). I ricavi trimestrali sono cresciuti del 7% a 10,66 miliardi, sopra le attese degli analisti per 10,44 miliardi.