In questo articolo si parla di:

I runner che hanno portato a termine una maratona nel 2019 sono stati 36.725. Un dato in calo rispetto al 2018, quando coloro che hanno tagliato il traguardo della distanza regina sono stati 37.874. Un numero comunque inferiore rispetto al record assoluto che era stato raggiunto nel 2017 con 39.460.

Questi sono i risultati del censimento annuale “Maximaratona” della rivista Correre.

La ricerca ha anche evidenziato che, anche per il 2019, il calo ha riguardato soltanto gli uomini: 29.810 contro i 31.002 del 2018 (- 3,8%). Continua, invece, l’incremento della partecipazione femminile: nella stagione da poco conclusa sono state contate 6.915 maratonete contro le 6.871 del 2018 (+ 0,6%). Questa crescita della maratona italiana in rosa sta proseguendo ininterrottamente dal 2013.

La tendenza degli italiani è quella di abbinare il viaggio alla corsa, possibilmente accompagnati da amici e famigliari. New York resta la gara estera più amata dagli italiani, con 2.850 finisher; il calo rispetto al 2018 (2.983) è dovuto soprattutto all’anticipata apertura delle iscrizioni per il 2020, quando la gara vivrà la propria cinquantesima edizione. Valencia continua ad affascinare i nostri runner: 2.013 lo scorso anno (1.870 nel 2018).

Berlino (1.062 italiani), Atene (892) e Parigi (644) sono le altre destinazioni estere maggiormente gettonate dai nostri connazionali; presenze di italiani sono state rintracciate in 116 maratone nel mondo, che si aggiungono alle 90 disputate sul nostro territorio.

E in Italia? Per il 2019 la maratona più “frequentata” rimane quella di Roma, anche se i numeri sono in calo con 8.820 concorrenti arrivati (ne aveva contati 11.675 nel 2018). Al secondo posto c’è Firenze, con 7.455 arrivati (7.606 nel 2018), poi Milano, ancora in crescita con 6.303 maratoneti (5.556 nel 2018) e Venezia, che ha accolto 5.369 finisher rispetto ai 4.915 della precedente edizione.

Sul numero in uscita a febbraio approfondiremo il tema pubblicando i dati

fonte: “Maximaratona” – Correre