In questo articolo si parla di:
20 Febbraio 2020
L’edizione numero 35 della Venicemarathon sarà all’insegna del green.
Nei giorni scorsi è stato infatti siglato, nella sede della Regione Veneto, il Protocollo d’Intesa per la promozione delle manifestazioni sportive sostenibili, che si inserisce nel progetto di tutela ambientale e del territorio promosso dalla Regione del Veneto denominato “Zero Waste Blue sport events for territorial development” nell’ambito del Programma Interreg V A – Italia Croazia, che nel 2018 selezionò la Venicemarathon come evento pilota.
Dopo una prima fase sperimentale avvenuta con successo con le edizioni 2018 e 2019, il Protocollo adesso sarà finalizzato ad applicare un modello replicabile e trasferibile alle prossime edizioni della maratona e anche alle altre manifestazioni organizzate da Venicemarathon, quali il CMP Venice Night Trail, la Jesolo Moonlight Half Marathon e le Alì Family Run di Chioggia, San Donà, Dolo e Mestre.

Il tavolo ha riunito aziende, enti pubblici e associazioni impegnate a realizzare congiuntamente azioni concrete per riuscire ad intraprendere un percorso di riduzione progressiva degli impatti sul territorio delle manifestazioni sopra elencate, senza precludere l’estensione ad altre manifestazioni, non solo di carattere sportivo. Inoltre, la sottoscrizione dell’accordo da parte anche di esponenti del Coni e della Fidal favorirà la divulgazione, a vari livelli, del modello Venicemarathon.

Nel dettaglio, le azioni già intraprese da Venicemarathon nelle passate due edizioni e che verranno implementate in futuro si svolgono in questi ambiti:

1. Diminuzione della CO2 e razionalizzazione della mobilità individuale su gomma attraverso una strategia di trasporto più sostenibile, dove è stato creato l’apposito pacchetto “Venicemarathon Bus Express” completo di viaggio e alloggio, collegato a 18 città italiane e con prelievo del singolo atleta o del gruppo direttamente a domicilio.

2. Interventi di miglioramento per la raccolta differenziata dei rifiuti, grazie alla collaborazione con l’azienda municipalizzata Veritas;

3. Riduzione dell’utilizzo di materiali in plastica (bottigliette, sacchi gara..) e recupero/ riciclo dei rifiuti plastici per dar vita a nuovi prodotti grazie alla collaborazione con COREPLA;

4. Promozione turistica sostenibile del territorio e interventi di miglioramento della accessibilità. Lo scorso anno è stata migliorata la fruibilità di Villa Pisani a Stra (sede di partenza della maratona), grazie alla realizzazione e posa di una pedana permanente all’ingresso della Villa.

5. Riduzione dell’utilizzo della carta, grazie alla collaborazione con T.D.S. e alla digitalizzazione di tutti i processi di iscrizione degli atleti e di altri servizi.