In questo articolo si parla di:
16 Marzo 2020

Una donazione di 100.000 euro, questo il gesto forte di Macron in emergenza Coronavirus. L’azienda italiana ha deciso di elargire questa importante somma a favore del Policlinico Sant’Orsola di Bologna a nome di tutti i suoi dipendenti.

In un momento di così grave emergenza che coinvolge il nostro Paese, l’azienda emiliana ritiene, attraverso le parole del suo ceo Gianluca Pavanello, “che questa donazione sia un gesto dovuto per fornire un concreto supporto per meglio affrontare questa emergenza. Questa iniziativa, come tante altre, sono rese possibili dall’atteggiamento responsabile di tutte le persone che lavorano in Macron”.

Macron è un’azienda che rappresenta l’eccellenza italiana nel proprio settore, e oggi ha sentito la necessità di dimostrare tangibilmente la propria vicinanza ad una struttura sanitaria di grande prestigio come il Policlinico Sant’Orsola di Bologna, impegnato in prima linea nella lotta alla pandemia del Coronavirus che ha colpito l’Italia e l’Europa.

Un gesto che non è e non rimarrà sicuramente isolato. Le aziende come Macron sono prima di tutto fatte dalle persone, persone che hanno saputo rispondere, reagire e dimostrare solidarietà concreta, con la certezza, quando tutto sarà passato, che si potrà tutti insieme ripartire con ancora maggiore energia e ancora più consapevoli del proprio potenziale.