In questo articolo si parla di:

Avevamo già parlato di Crazy e delle agevolazioni offerte dall’azienda ai propri rivenditori. Pagamenti posticipati, questo era il punto chiave della lettera inviata da Valeria Colturi ai negozinati.

Il brand fa un ulteriore passo avanti, riflettendo sulla situazione dei trasportatori che in questi giorni si trovano a dover far fronte alle innumerevoli richieste di privati rispetto a prodotti di secondaria importanza, almeno in questo momento. Così Crazy ha pubblicato un post sul profilo instagram aziendale:

“Vuoi comprare Crazy on line? NO GRAZIE!

Per rispetto del lavoro dei tanti autotrasportatori che in questi giorni, con grandi difficoltà, sono impegnati a consegnare in tutta Italia beni di prima necessità, abbiamo deciso di sospendere temporaneamente anche il servizio di vendita on – line.
Oggi in Europa devono avere priorità le merci per uso quotidiano, alimentari, medicinali.
Crediamo che possiamo fare tutti a meno dell’abbigliamento e dell’attrezzatura outdoor per un po’, dando la precedenza alle cose davvero importanti.
Ci rivedremo più belli e colorati appena questa emergenza sarà finita.

Per qualsiasi informazione i nostri operatori del servizio assistenza saranno comunque disponibili a risponderti da casa.
Federica commerciale@crazyidea.it”