In questo articolo si parla di:
17 Marzo 2020

Anhe il settore tessile e abbigliamento scende in campo per contribuire alla lotta contro Covid-19. Tra i protagonisti di questo “far bene” c’è Manteco, storica azienda tessile di Prato, ha donato 50.000 euro a supporto della raccolta fondi dell’Ospedale della città, il Santo Stefano, tramite la Fondazione AMI Prato. Si tratta questa di una Onlus che sostiene l’Azienda Sanitaria Locale, che prevalentemente opera nell’ambito dell’Area Materno Infantile ma che, in questa situazione di globale emergenza, ha ritenuto opportuno farsi promotore della raccolta fondi.

In un momento in cui non ci possiamo permettere di rimanere indifferenti alla situazione sanitaria nel nostro Paese a alle logiche ripercussioni sull’economia, il gesto di Manteco vuole rappresentare un segno di speranza e resilienza. Nelle parole di Matteo e Marco Mantellassi, co-CEO di Manteco, tutto il desiderio di poter aiutare e tutta la volontà di non rimanere fermi e impassibili rispetto a questa dura situazione che mette tutti alla prova:

“In questo momento da imprenditori non possiamo fare finta di nulla. È indispensabile contribuire cercando di dare respiro agli ospedali, che hanno bisogno ora più che mai dell’impegno di tutti. Speriamo che altri operatori del distretto tessile possano unirsi al nostro gesto, pensando al futuro”.

La donazione di Manteco andrà a contribuire all’acquisto di attrezzature e beni di primaria necessità per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria nel nostro Paese grazie a questa raccolta fondi straordinaria che sosterrà l’incredibile sforzo dei medici, degli infermieri e di tutto il personale sanitario attualmente impegnato giorno e notte nell’assistenza dei pazienti ospiti dell’Ospedale.

Manteco e tutta la rete di produzione del Sistema Manteco – che coinvolge 100 aziende partner dell’intera supply chain entro le 10 miglia dall’headquarter a Prato – in ottemperanza alle recenti ordinanze, ha immediatamente messo in sicurezza produzione e dipendenti.