In questo articolo si parla di:
8 Maggio 2020

La sesta edizione del Durona Trail previsto per il prossimo 7 giugno, quest’anno, viste le restrizioni e la situazione di emergenza, non ci sarà.

Ma la gara della valle del Chiamo, tra le piccole Dolomiti e il Parco Naturale della Lessinia, si svolgerà in un’originale versione smart.

Gli organizzatori dell’evento, il direttivo dell’associazione culturale Tre Croci guidato da Enrico Galliani, ha individuato una nuova modalità per permettere a tutti gli atleti di correre la gara nel rispetto delle norme anti Covid-19, in completa sicurezza.

La 40 km che, partendo dal centro Crespadoro con un dislivello totale di 2800 mt si snoda tra le piccole Dolomiti e il Parco della Lessinia, sarà, in questo nuovo format, una competizione dilazionata nel tempo: non ci sarà più la partenza del il 7 giugno ma, scaricando la traccia GPS del percorso fornita dal team organizzativo, si potrà correre, in maniera individuale, in una data qualsiasi compresa tra il 7 giugno e il 31 agosto.

La classifica sarà costantemente aggiornata grazie alla app di Strava che restituisce i tempi degli atleti e le premiazioni si terranno a settembre in data da destinarsi.

La gara che ogni anno richiama centinaia di atleti rappresenta, oltre ad una competizione riconosciuta nel panorama sportivo, un’iniziativa di valorizzazione del territorio e la sua cancellazione sarebbe stata una perdita per tutti. Ecco perché Alessandro Giambellini gestore dei rigugi Bertagnoli e Gingerino e le associazioni locali Durlo 86, Sogniamo Crespadoro e la sez. di Arzignano del CAI si sono uniti al progetto #duronaneverstops e hanno dato il loro supporto per permettere lo svolgimento della gara.

duronatrail.it