In questo articolo si parla di:
22 Maggio 2020

Un protocollo d’intesa è stato firmato tra Macron e il Comune di Bologna e approvato dalla Giunta comunale nell’ultima seduta. Il progetto condiviso dalle due realtà è quello di creare un canale dedicato alle persone residenti a Bologna che possono acquistare online e ricevere a domicilio mascherine chirurgiche al prezzo fissato dalla legge

Attraverso questo protocollo quindi si vuole rispondere alla crescente domanda di mascherine e dispositivi individuali. L’intesa si inserisce in un’iniziativa di più largo respiro che vede il Comune di Bologna impegnato fin dall’inizio dell’emergenza a raccogliere disponibilità delle aziende alla conversione della loro produzione in mascherine e dispositivi di protezione individuale.

Macron ha attivato la propria filiera di produzione e distribuzione in Asia e Italia per realizzare questi dispositivi a supporto, in primis, di enti pubblici e strutture ospedaliere, ma anche per la vendita a utenti privati. Per questo motivo ha sposato la richiesta del Comune di Bologna e ha attivato la propria piattaforma logistica e tecnologica per dare la possibilità a tutte le persone residenti in città di reperire mascherine chirurgiche per il proprio fabbisogno, nel tempo più celere e nella maniera più agevole possibile.

A partire da venerdì 22 maggio fino a domenica 14 giugno sarà possibile per ogni persona residente a Bologna acquistare le mascherine in confezioni da 50 pezzi al prezzo di legge di 25 euro collegandosi al sito stop-covid.macron.com/comune-bologna e registrandosi con credenziali e codice fiscale,

Si potranno acquistare al massimo due confezioni (100 pezzi). Macron mette a disposizione sulla piattaforma 500.000 mascherine in tutto. Il pagamento avverrà con carta di credito, i cui costi di transazione saranno coperti da Macron, che gestirà anche la spedizione a domicilio (al costo di 6,99 euro): le mascherine verranno consegnate anche attraverso i riders del Cantiere consegne etiche, progetto promosso dal Comune e dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana (Fiu).

“Ringraziamo Macron per avere proposto questa iniziativa – affermano gli assessori alla promozione della città e immaginazione civica e al lavoro, Matteo Lepore e Marco Lombardo – perché abbiamo necessità di rifornire la nostra città di mascherine, dispositivi di protezione fondamentali per proseguire a contenere la diffusione del virus. La sensibilità che ha dimostrato Macron, azienda leader a livello internazionale, sempre attenta alle esigenze del territorio, è per noi molto importante.

Siamo altresì soddisfatti per la scelta di potere coinvolgere nelle consegne anche i riders, attraverso il Cantiere consegne etiche, progetto che saprà dare una risposta concreta ai nuovi bisogni di tutele e di servizi; un sostegno concreto all’economia locale e al lavoro”.

“Macron è scesa subito in campo a sostegno di enti e istituzioni impegnate nell’emergenza Covid-19 – ha dichiarato Gianluca Pavanello, ceo di Macron –. Vogliamo contribuire, insieme al Comune di Bologna, a combattere un’emergenza che ci coinvolge tutti. Mettiamo al servizio della città la nostra capacità produttiva, distributiva e in questo caso anche tecnologica per supportare al massimo la richiesta dei cittadini e consentire loro di tornare a vivere serenamente e in piena sicurezza le proprie giornate”.