In questo articolo si parla di:
2 Settembre 2020

Due realtà che hanno a cuore il loro territorio, La Sportiva e la Società Alpinisti Tridentini (SAT), si sono ufficialmente unite in una partnership su base quadriennale.

SAT, sezione trentina del CAI, conta oltre 27.000 soci e ha come obiettivo la manutenzione di oltre 5.500 chilometri di sentieri. Questa attività è una tradizione satina con 150 anni di storia, che si inserisce nell’ambito del progetto globale di conservazione dell’ambiente che va sotto il nome di 1% For the Planet.

In generale tutte le commissioni consultive e i gruppi tecnici delle SAT saranno di fatto coinvolti a vario titolo in una visuale complessiva di riqualificazione ambientale del territorio. L’associazione internazionale 1% For the Planet alla quale La Sportiva aderisce e alla quale ora anche la SAT partecipa, prevede l’impegno da parte delle aziende coinvolte nel destinare almeno l’1% del fatturato in pratiche di rispetto, conservazione e riqualificazione ambientale.

Il brand di abbigliamento e calzature sportive diventa ufficialmente technical partner e destinerà risorse a tutte le attività della SAT in generale e a progetti fortemente legati alla valorizzazione e riqualificazione del territorio.

Questa collaborazione – ha ricordato la presidente della SAT Anna Facchini durante l’incontro di ieri sera– ci permette di guardare al futuro con maggiore serenità e visione: con La Sportiva abbiamo un programma di medio/lungo termine che ci permetterà di sostenere diverse iniziative di valorizzazione del territorio e di diffusione della cultura di  montagna, anche attraverso il coinvolgimento attivo di testimonial, atleti ed influencer,  legati all’azienda e che ci permetteranno di amplificare il messaggio su tutti i canali di un brand internazionale e con radici ben salde nella propria comunità. Il progetto 1% For the Planet ed il progetto di co-marketing SAT / LA Sportiva consentiranno inoltre il finanziamento di progetti e iniziative specifiche delle varie sezioni dell’associazione”.

“Quando si è presentata l’opportunità di supportare la SAT nelle sue numerose iniziative culturali – aggiunge Lorenzo Delladio, ceo e presidente di La Sportivaho pensato che stava avvenendo in un momento particolarmente significativo: in seguito all’epidemia e all’esperienza di lock-down che tutti noi abbiamo vissuto, stiamo infatti vivendo una nuova stagione di rinascita per le attività outdoor, dove temi quali sicurezza e formazione legati all’andare in montagna, oltre che operazioni di manutenzione di rifugi e sentieri, sono quanto mai all’ordine del giorno viste le masse di persone spesso neofite che si stanno approcciando all’attività all’aria aperta in quota. A questo si aggiungono gli ingenti danni provocati ai nostri boschi dalla tempesta VAIA e che ancora richiedono numerosi interventi e risorse per il loro ripristino. A noi aziende ed enti presenti sul territorio spetta quindi il compito di supportare la riqualificazione per quanto nelle nostre forze e sensibilizzare sul giusto approccio alla montagna. Quella che poteva essere inizialmente una semplice collaborazione attraverso la produzione delle divise ufficiali SAT marchiate La Sportiva, si è ben presto trasformata quindi in qualcosa di molto più alto e di valore sia per i soci, che per gli appassionati di montagna che per l’azienda stessa.”

Tra le numerose attività che si andranno ad individuare, l’accordo prevede una collaborazione attiva in ambito comunicazione, con scambi di visibilità e creazione di strumenti comuni, la produzione e fornitura in esclusiva di capi a marchio La Sportiva loggati SAT, collaborazioni su eventi e progetti di riqualificazione sentieri e rifugi, eventi culturali ed progetti editoriali,  scuola e formazione, medicina di montagna, tutela dell’ambiente montano, solidarietà, nelle scuole di formazione in ambito alpinistico e scialpinistico, glaciologia e speleologia,  progetti e attività delle sezioni .

#ForYourMountain