La Maratona di Ravenna Città d’Arte si svolgerà regolarmente come da calendario. A confermarlo in conferenza stampa è stato lo stesso sindaco della città Michele de Pascale con Roberto Fagnani e Giacomo Costantini, rispettivamente Assessore allo Sport e Assessore al Turismo del Comune di Ravenna, Marco Benati, presidente del Comitato regionale FIDAL Emilia Romagna, e Stefano Righini, presidente di Ravenna Runners Club, società organizzatrice dell’evento.
Appuntamento quindi per domenica 8 novembre 2020. Nello stesso giorno, oltre che la distanza regina, si correrà anche la Ravenna Half Marathon sui 21,0975 km.
Sarà invece posticipata al 21 Marzo, e non annullata, l’edizione 2020 della Good Morning Ravenna 10K, arricchita anche dalla terza edizione della Dogs & Run.
Le  gare di novembre verranno organizzate nel pieno e più fedele rispetto delle norme in vigore, per divertirsi e fare sport in sicurezza.
Diverse le novità che saranno direttamente legate alla situazione sanitaria attuale e che verranno proposte seguendo alla lettera le linee Guida e i protocolli stilati negli ultimi mesi per le manifestazioni sportive “no stadia”.
Tra queste il numero degli iscritti che sarà limitato a quattromila unità con partenze scaglionate “a ondate”, cronometraggio con real time e runner distanziati alla partenza grazie ad apposita segnaletica.
Oltre a questo, non saranno disponibili né spogliatoi né docce e anche il pettorale di gara avrà un chip monouso. E sempre per evitare i tanto temuti assembramenti, l’Expo verrà proposto in una modalità più snella, così come le premiazioni a fine gara.
Abbiamo deciso di proseguire – sottolinea invece Stefano Righini, presidente di Ravenna Runners Clubnel nostro cammino verso l’8 novembre, con la consapevolezza che saremo chiamati a una prova difficile perché questa volta non sarà sufficiente garantire la qualità nell’evento, ma anche, e soprattutto, la massima sicurezza a tutti i partecipanti. Ci stiamo confrontando quotidianamente con le autorità competenti e ogni nostra scelta da oggi sarà assolutamente ponderata con attenzione e scrupolo nei confronti dei protocolli e delle linee guida stabilite dalla FIDAL e dagli enti preposti. La scelta di posticipare la Good Morning 10k deriva dalla consapevolezza che a novembre non avremmo potuto dare alla città l’opportunità di godere della consueta festa collettiva, fatta di divertimento e spensieratezza. Speriamo tutti che a marzo potremo rivivere le emozioni che siamo stati abituati a provare in passato”.