In questo articolo si parla di:
22 Ottobre 2020

L’azienda tedesca si sta preparando alla vendita del marchio Reebok, a lungo in difficoltà quest’ultimo dopo una ristrutturazione fallita. L’operazione dovrebbe completarsi entro marzo 2021.

Secondo il Manager Magazin, fonte dalla quale proviene la notizia, il ceo di adidas Kasper Rorsted aveva programmato, prima della pandemia, la vendita per circa 2 miliardi di euro (2,4 miliardi di dollari), mentre ora il prezzo potrebbe abbassarsi.

Sempre secondo la fonte, le parti interessate all’acquisto di Reebok includono VF Corp., che possiede i marchi Timberland e North Face, nonché la cinese Anta International Group Holdings.

Per ora la società non conferma, tuttavia dopo le voci di mercato le azioni del colosso tedesco sono aumentate del 3,4%.

Reebok era il terzo marchio di articoli sportivi al mondo, prima di essere acquisito da adidas per 3,8 miliardi di dollari nel 2006. L’azienda tedesca inizialmente si era appropriata della società di Boston per competere meglio con la sua rivale americana e leader di mercato: Nike.

Tuttavia un crollo delle vendite di Reebok negli ultimi anni, ha spinto gli investitori a chiedere che adidas vendesse il marchio.

Dopo che Reebok aveva finalmente riacquistato redditività all’inizio del 2019, Rorsted aveva espresso la speranza di poter generare una crescita delle vendite con nuove linee di calzature come CrossFit Nano e FloatRide Run.

Reebok nella pandemia ha sofferto più del marchio adidas. Mentre le vendite del brand tedesco sono diminuite del 33% nel secondo trimestre, i ricavi di Reebok sono diminuiti del 42%.