In questo articolo si parla di:

Secondo il nuovo Dpcm i negozi di “commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati” possono rimanere aperti, anche nelle zone rosse. Un provvedimento che potrebbe essere provvisorio se un eventuale aumento dei contagi porterà a provvedimenti più restrittivi. Ma intanto le attività vanno avanti e si organizzano.

Questa novità che riguarda anche Maxi Sport, per cui abbiamo contattato Ester Sala, responsabile marketing, e-commerce e brand manager.

I vostri negozi rientrano tra quelli che rimarranno aperti? Anche i vostri spazi dedicati ai capi moda e lifestyle?
Sì perché il nostro codice ateco non rientra tra gli esercizi che devono chiudere, quindi tutte le insegne Maxi Sport, Frisco, Space23 e Special Milano rimarranno aperte con le consuete misure di sicurezza. Siamo sereni perché il nostro personale è in salute, organizzato e risponde bene anche alla volontà di adattamento. Naturalmente la parte di vendita online è per noi sempre un plus su cui poter contare, grazie anche ai nostri partner logistici.

Avete attuato delle iniziative per i clienti?
Questa mattina abbiamo già potenziato il nostro servizio di customer service. Rispondiamo a email, sms e chat via Messenger, Instagram e Whatsapp per dare informazioni puntuali su aperture, orari, restrizioni, ecc, dando al cliente la possibilità di utilizzare il mezzo che preferisce. In questo i social network sono il nostro punto di contatto più importante con gli acquirenti.

Riguardo la situazione attuale Sala si dichiara positiva riguardo il futuro perché “Adattarci fa parte del nostro DNA, rimanendo sempre fedeli ai nostri valori, che sono la cura del cliente e del nostro personale. Non abbiamo mai smesso di essere pronti a tutto. Tra l’altro in questi mesi abbiamo fatto anche delle assunzioni: diversi venditori per i negozi, per avere più rotazione del personale ed evitare problemi di salute, fornitori esterni per potenziare il marketing digitale e un grafic designer per velocizzare i tempi di caricamento dei prodotti online”.

Un pensiero anche ai brand partner: “Dobbiamo ringraziarli, la relazione costruita in questi anni ci conferma la qualità del nostro lavoro. Insieme abbiamo deciso attività di co-marketing, rimanendo in costante contatto e definendo attività di supporto reciproco. I venditori sono anche stati coinvolti in riprese video in cui abbiamo approfondito dei prodotti e in collaborazione con i brand abbiamo definito attività di comarketing”.