In questo articolo si parla di:

Dopo circa due anni di tirocinio in azienda, Gioele Franzini è stato nominato sales manager di Crazy. Valtellinese di nascita, appassionato di outdoor e sport in generale e laureato in International Business in Finlandia con una tesi sulla sostenibilità, è ora impegnato nell’ingresso nel mercato americano del brand. L’inserimento della figura del sales manager ha anche come obiettivo quello di avere una struttura interna più completa, in grado di offrire un maggior servizio nei confronti dei clienti già esistenti, specialmente in Italia. Infatti, Gioele lavorerà al fianco di Alice e Federica, rispettivamente back office per i dealer esteri e italiani, Federico che gestisce le forniture personalizzate e Valentina responsabile amministrativa.

“Gli ordini e le campagne vendite sono gestiti dai nostri agenti esterni. Io mi occuperò di sostenere progetti con i negozianti e di guidarli nella fase di vendita. Siamo un brand B2B e loro sono i nostri clienti, dobbiamo supportarli!

Il suo primo successo professionale in Crazy è stato quello di attivare la collaborazione con l’agenzia di rappresentanza che introdurrà Crazy in USA dalla stagione winter 21. “Ho partecipato a tutta la fase di analisi e pianificazione del nuovo progetto e, insieme al marketing manager, stiamo definendo la linea di comunicazione per generare brand awarness e domanda del prodotto nell’area circoscritta che ci siamo prefissati“, ci ha raccontato Gioele.

La situazione che stiamo vivendo non ha fermato il brand nella sua espansione. Il neo sales manager dichiara: “La propensione a guardare avanti, la voglia di innovazione e di sfida, fanno parte del DNA dell’azienda. Abbiamo una strategia ben definita e anche questo può essere un buon momento. In America c’è un grande potenziale dal momento che gli sportivi in stile “Fast & Light” stanno aumentando ma l’offerta non è abbastanza ricca”.

Il motivo principale per il quale abbiamo scelto Gioele per questo importante ruolo è la condivisione dei principi di Crazy, onestà, trasparenza, appoggio incondizionato al cliente, il tutto, ovviamente, unito alla sua preparazione personale ed efficacia“, ha dichiarato Luca Salini, ceo di Crazy.