In questo articolo si parla di:

Inizialmente prevista per il 7 marzo, a causa dell’incertezza legata all’emergenza sanitaria ancora in atto, la Bologna Marathon cambia data e non si terrà più a inizio stagione, bensì quasi a fine anno, per la precisione domenica 31 ottobre 2021. Le attuali dinamiche di emergenza, infatti, oltre a non dare il tempo necessario per programmare la propria partecipazione e prepararsi nella maniera più adeguata, sono troppo a rischio di un secondo annullamento.

“È proprio mettendoci nei panni dei runner che abbiamo deciso di spostare l’evento podistico nella seconda metà della stagione”, dichiarano gli organizzatori. “Il nostro desiderio è quello di offrire a ogni runner la possibilità di correre per le strade di Bologna senza intoppi e di sentirsi finalmente protagonista di questo importante appuntamento”.

Dopo 25 anni di assenza, dunque, la maratona tornerà a Bologna, dato che quest’anno la competizione, prevista per marzo 2020, ha avuto la sfortuna di essere la prima gara podistica annullata per l’aggravarsi della situazione legata al propagarsi del Covid. Così, a pochi giorni dalla partenza, la prima edizione, a cui si erano iscritti 3.700 atleti nelle distanze di 42.195 km e 30 km e 1.500 in quella di 6 km, ha così subito un arresto, che in parte è stato rimediato con l’organizzazione della prima maratona virtuale italiana. Svoltasi lo scorso giugno, ha visto la presenza di oltre 1000 runner. “Da lì in poi non ci siamo più fermati, abbiamo continuato a lavorare per programmare l’evento nel 2021 e studiare le modalità per ripartire in totale sicurezza”.

Tutti gli iscritti alle competizioni 2020 saranno informati direttamente sulle opzioni e modalità per confermare o posticipare la propria presenza, mentre per le nuove iscrizioni alla maratona e alla “30 km dei Portici” bisognerà attendere il 7 marzo 2021, data in cui verrà comunicata anche l’eventuale conferma della “Bologna City Run” di 6 km.