In questo articolo si parla di:

Rewoolution ha deciso di sostenere Simone Perona, il primo atleta italiano con disabilità intellettiva ad aver partecipato alla BiUltra 6.24, fornendogli l’abbigliamento sportivo tecnico necessario per affrontare la sua ultima impresa.

Simone Perona

Nell’ultramaratona di 24 ore dello scorso weekend ha percorso 120 km e 56 metri, aggiudicandosi la 63esima posizione su 285 runner in gara. Originario di Biella, 35 anni, corridore delle Special Olympics dal 2012, Perona ha raggiunto un traguardo storico, frutto di mesi di allenamento e sacrifici, dimostrando che le grandi imprese possono essere compiute con ambizione e coraggio.

Il pettorale con cui ha gareggiato, il numero 2025, indica l’anno in cui l’Italia, dopo aver ufficialmente presentato la candidatura a livello internazionale, auspica di ospitare a Torino i Giochi Mondiali Invernali di Special Olympics. Lui stesso nel 2015 ha vinto la medaglia d’argento ai Giochi dell’edizione di Los Angeles.

Superare i limiti cronometrici e personali, così come abbattere stereotipi e pregiudizi di ogni forma, sono insegnamenti che ogni sportivo dovrebbe trasmettere. Simone Perona ne è l’esempio, dimostrando che credere nei propri sogni e lottare per realizzarli sia la base per affrontare barriere di ogni genere.

Rewoolution ha scelto di affiancarsi a Simone, accompagnandolo in questa ultramaratona, perché per uno sportivo è fondamentale poter contare sia sul proprio team di esperti così come su capi performanti che possano supportare la gara. L’azienda italiana, infatti, si distingue per un prodotto realizzato in pura lana Merino sostenibile e certificata ZQ, dalle linee lifestyle a quelle sportswear.