In questo articolo si parla di:

vogliAMOcorrere. È questo il nome scelto da Diadora per la campagna SS 21, un inno alla vitalità e all’energia che trova da sempre nella corsa il gesto naturale per muoversi non solo verso le persone, ma metaforicamente anche verso obiettivi e passioni. In un momento che ha ridefinito i nostri confini, l’azienda vuole testimoniare la sua passione per lo sport e la vita, nonché verso la forza vitale che ci spinge a trovare costantemente nuove sfide e stimoli, nonostante le difficoltà.

Abbiamo voluto dare un messaggio positivo, di speranza e di convinzione che presto torneremo a vivere la quotidianità correndo incontro al nostro futuro, a chi amiamo, a quello che tanto ci manca. Sentivamo il bisogno di dirlo ad alta voce, condividendo un desiderio collettivo che speriamo possa tornare presto a trasformarsi in entusiasmo”. Con queste parole il presidente Diadora Enrico Moretti Polegato ha commentato il lancio.

Tre declinazioni di Equipe

Protagonista della campagna è Equipe, il modello più iconico del catalogo running. Nata nel 1975 nel laboratorio Diadora a Caerano di San Marco (TV), è la prima scarpa da running del marchio italiano, caratterizzata da una linea affusolata, il carrarmato in gomma che risale sul tallone, la punta a coda di rondine: tutti dettagli di una silhouette che è la quintessenza del periodo in cui nasce, ma che grazie a uno straordinario equilibrio è riuscita a trascendere il suo tempo e diventare un’icona.

È proprio con Equipe che nel 2001 Diadora compie i primi passi nel mondo del lifestyle, quando sulla scarpa viene testato un trattamento che fino a quel momento era stato principalmente usato per la tela jeans: il lavaggio stone-washed. Un classico dello sport diventa così un immediato punto di riferimento dello sportswear. Per il ventennio successivo, infatti, Equipe StoneWash è sinonimo di sport style italiano.

Per la SS 21 Diadora celebra questo modello iconico attraverso tre declinazioni esclusive (una per ciascuna collezione), che riposizionano Equipe al centro non solo della linea Heritage, ma anche della linea Sportswear e soprattutto ne vedono il ritorno nella collezione Running in un’edizione contemporanea e unica.

Heritage: Equipe Mad Italia

La suola in gomma a contrasto prosegue sulla parte posteriore della scarpa, rendendo la silhouette dinamica e contemporanea. La punta a coda di rondine, riferimento all’estetica vintage del mondo running, contribuisce a mantenere il profilo affusolato ed elegante. La tomaia, realizzata in canvas con applicazioni in pigskin nabuk, presenta una lavorazione stone washed caratteristica Diadora Heritage, impressa su un palette di colori dai più classici grigi delle versioni unisex, alle più vivaci tonalità per la donna.

Sportswear: Urban Equipe

Diadora propone Urban Equipe, la versione in chiave street della storica scarpa da corsa. Il modello unisex si presenta con un design dalle linee aerodinamiche in contrasto con la maxi-suola ed è realizzato con materiali super light come il nylon trasparente e la microfibra, così leggeri da rendere l’indosso quasi impercettibile.

Running: Equipe Corsa

Dedicata ai runners che ricercano leggerezza, comfort e velocità, si tratta di una scarpa leggera, ma con un buon cushioning e ottime caratteristiche di reattività. Il design unico si ispira a quello originale, ma è reso contemporaneo grazie a dettagli distintivi quali il tallone rialzato, il fregio in evidenza, la protezione esterna dell’avampiede e la punta a coda di rondine. La velocità è garantita dal tallone molto arrotondato, per favorire la transizione sull’avampiede, e dall’avampiede molto ampio, caratteristico dei modelli da pista.

Qui la nostra analisi dettagliata di Equipe Corsa.