In questo articolo si parla di:

Dopo l’annullamento dello scorso anno causa Covid, è cominciato il conto alla rovescia per il debutto del Trail dei Cimbri. Inserito nel calendario nazionale Fidal, il nuovo evento di trail running organizzato dalla Scuola di Maratona Vittorio Veneto è in programma per sabato 10 luglio, con partenza e arrivo nella cittadina trevigiana, e costituirà anche la quinta tappa del Circuito Trail Prealpi Venete.

Con l’occasione si valorizzeranno i recenti percorsi naturalistici, aperti a sportivi ed escursionisti, compresi nel progetto “Naturalmente Vittorio Veneto”, che coinvolge l’amministrazione comunale e la stessa Scuola di Maratona. Per il momento la speranza è di riproporre il tracciato da 80 km, eredità del mitico Antico Troi degli Sciamani, nell’appuntamento 2022.

Itinerari

Due i percorsi previsti.

Il più corto (25 km con 1.700 metri di dislivello) inizia con la salita al monte Pizzoc sul versante dell’Agnelezza e prosegue con la discesa sul sentiero Berry, il sentiero delle Terre Nere e infine da Piadera, la splendida costa della Madonna Salute. Arrivo nella cornice rinascimentale di Serravalle.

Il più lungo (50 km con 3.000 metri di dislivello) si addentra, sempre dal monte Pizzoc, nella splendida faggeta del Cansiglio fin quasi a Pian Osteria, per poi rientrare (sconfinando nella provincia di Pordenone) sui sentieri che portano a Crosetta. Qui si ricongiunge al tracciato breve, prima della picchiata finale verso il traguardo.

Dichiarazioni

Si tratta di due viaggi nella natura, su sentieri anche poco conosciuti, che di fatto compiono un periplo integrale della Piana del Cansiglio, rimanendo per lo più nella foresta, con scorci stupendi sulla pianura veneta da una parte e sulle Dolomiti dall’altra”, spiega Ivan Cao, presidente della Scuola di Maratona. Gli atleti si troveranno a correre in ambienti vari e per lo più incontaminati: sarà un’avventura curata nei minimi particolari per assicurare un’esperienza unica, a contatto con la bellezza e il fascino di luoghi in cui l’incontro emozionante con la fauna del Cansiglio è tutt’altro che raro. Sono luoghi splendidi, ricchi anche di storia e di leggende, prima di tutto quelle del popolo dei cimbri, i cui orgogliosi discendenti vivono tuttora tra Fregona e l’Alpago”.

Iscrizioni

Aperte da domani, sabato 1° maggio, sono da effettuarsi sul sito ufficiale della manifestazione. Parte della quota andrà proprio a sostegno delle molteplici attività dell’associazione culturale dei Cimbri del Cansiglio, i cui membri parteciperanno all’evento provenendo da tutta Italia.