In questo articolo si parla di:
Il primato della maratona più veloce appartiene ancora a Milano. Si è svolta oggi infatti la Generali Milano Marathon 2021 Special Edition, dove Titus Ekiru si è imposto nella prova maschile tagliando il traguardo in 2h 02’ 57”, consacrando la gara non solo come la più veloce d’Italia, ma anche quella con il miglior crono a livello mondiale.
Tra le donne Gebremaryam Hiwot Gebrekidan ha demolito il record con il tempo di 2h 19’ 35”. Il clima ideale e un percorso velocissimo (un circuito di 7,5 chilometri da percorrere 5 volte dopo un primo giro di 4.695 metri) hanno favorito le prestazioni dei top atleti. Primo italiano in classifica Alessandro Giacobazzi, 29esimo, con un tempo di 2h 17’ 36”.

A conferma del valore delle prestazioni, assolutamente eccezionali, le statistiche dicono che a livello maschile i primi quattro classificati hanno corso sotto la miglior prestazione mondiale dell’anno e che il crono sia del vincitore sia della vincitrice è il migliore di sempre tra quelli realizzati a maggio.

Altro dato importante, la Generali Milano Marathon 2021 Special Edition si rivela la maratona più veloce di sempre tra quelle corse a maggio e la somma del tempo del vincitore e di quello della vincitrice la posiziona al settimo posto tra le maratone più veloci di sempre.

Ma la giornata non si è esaurita con la prova dei corridori élite. Alle 9.30 ha preso il via la 10 Km competitiva, che si è disputata su un circuito di 5 chilometri percorso due volte.

Alla partenza 750 runner, ai quali si sono aggiunti i 1.320 team che hanno dato vita alla Lenovo Relay Anywhere, per un totale complessivo di 5.280 runner.

Con i 3.250 iscritti alla Lenovo Individual Anywhere che hanno corso in tutta Italia, oggi Milano ha chiamato a raccolta una comunità di 9.280 runner.

Foto Piero Cruciatti / LaPresse

Tra loro anche l’ex centrocampista Massimo Ambrosini, l’assessora a Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano Roberta Guaineri, l’ex azzurra di atletica Sara Galimberti, l’ex calciatore e oggi allenatore Massimo Oddo, la fashion jogger Lisa Migliorini.

Correre insieme, ovunque è stato il leitmotiv dell’edizione 2021, che ha ispirato gli organizzatori ad ampliare il format coinvolgendo tanti appassionati non solo con la 10 KM Competitiva, ma anche con la Lenovo Relay Marathon in modalità Anywhere, entrambe collegate al Milano Marathon Charity Program, garantendo il supporto solidale alle organizzazioni no profit.

Milano e l’Italia sono tornate a correre, dando un segnale importante a tutto il movimento del running”, ha detto Paolo Bellino, ad e direttore generale, RCS Sports & Events. “La Generali Milano Marathon è riuscita nel suo obiettivo: abbiamo offerto la migliore esperienza possibile ai nostri partecipanti nel rispetto di tutte le norme di sicurezza indicate dal Governo. Con la formula Anywhere siamo riusciti a coinvolgere anche tutti i runner che non sono potuti venire a causa delle norme anti Covid, confermando che la Generali Milano Marathon è e sempre sarà la maratona di tutti”.