In questo articolo si parla di:

In occasione del 50esimo anniversario dell’organizzazione, Eurojersey sostiene Medici Senza Frontiere supportando il progetto Medical Academy e l’ospedale di Kenema, in Sierra Leone.

Una donazione concreta che contribuisce a formare i medici e gli infermieri di domani, aiutando nello specifico la scuola per le professioni di ostetrica e infermiera. Un gesto che invita a promuovere un comportamento etico e attento al sociale, che si distingue nell’essere sempre presente e assicurare appoggio a molte iniziative di solidarietà.

La formazione dei partecipanti al progetto MSF Academy For Healthcare, sostenuta attivamente da Eurojersey, è presso l’ospedale di Kenema, una delle 13 unità sanitarie periferiche di MSF presenti in Sierra Leone. Questo centro ospedaliero dispone di una serie di strutture all’avanguardia per l’assistenza pediatrica, un pronto soccorso, la terapia intensiva, un centro di alimentazione terapeutica ospedaliera, un reparto di isolamento con sospetta febbre di Lassa, un laboratorio e banca del sangue.

L’obiettivo di MSF Academy è quello di ridurre i livelli di morbilità e mortalità di bambini e donne durante la gravidanza e il parto, in un Paese i cui tassi di mortalità materna e infantile sono i più alti al mondo. Il progetto mira ad assicurare una formazione specialistica per personale medico e paramedico locale, in modo da garantire che i pazienti vengano curati con gli standard di qualità necessari. Ma ha anche il compiuto di creare una nuova generazione di personale medico e paramedico locale che, nei prossimi anni, sia in grado di gestire in autonomia gli ospedali e gli ambulatori in cui oggi lavora Medici Senza Frontiere anche con il personale espatriato.

Quest’anno il movimento MSF compie 50 anni: un’occasione per testimoniare ciò che è stato fatto ma soprattutto una sfida a fare di più, per essere sempre “al momento giusto nel posto sbagliato”.

(Credits photo © MSF Vincenzo Livieri)