Venerdì 22 ottobre si è concluso il FIMAST 2021, l’evento b2b dedicato al mondo della calza e della calzatura knitted all’insegna dell’innovazione responsabile e targata Italian Exhibition Group.

Presenti al Brixia Forum di Brescia i maggiori player del settore, marchi ed eccellenze del territorio che riunisce i due principali distretti dell’industria tessile della calza, quello bresciano, centrato sul meccanotessile con la produzione di macchinari, componenti e accessori, e quello mantovano, legato alla produzione dei filati e ai calzifici, insieme ad aziende leader di settore provenienti da Germania, Spagna, Portogallo e Inghilterra.

Il settore, e l’economia, stanno lentamente riprendendo e la quattro giorni ha dimostrato quanta voglia e necessità di ritornare a una situazione di normalità ci sia. Ottimismo, questa la parola chiave della prima edizione della fiera b2b bresciana.

Al centro la tematica dell’innovazione tecnologica responsabile e le possibilità di sviluppo prodotto offerte dagli espositori presenti in fiera: il mondo della calzetteria, quello degli accessori, dell’abbigliamento sportivo e tecnico si sono incontrati per confrontarsi circa l’intero progetto della nuova FIMAST, sviluppato da IEG attraverso la partnership di eccellenza con C.L.A.S.S., che vede appunto il rinnovamento, con una particolare attenzione all’ambiente, il principio cardine di quest’edizione. Gli operatori dunque sono sempre più attenti alle esigenze dei consumatori in termini di prodotti realizzati in modo sostenibile ed etico.

Presente una platea proveniente da tutta Italia, con un’interessante partecipazione anche di Paesi esteri. Tutto questo a dimostrazione della necessità di un cambiamento della business community di riferimento, che getta le basi per la ripartenza dei distretti produttivi del meccanotessile e della calza.

La manifestazione si è svolta in piena sicurezza grazie al protocollo Safe Business by IEG, esperti internazionali del settore si sono confrontati in un panel di conferenze, seminari ed eventi pensati per affrontare le sfide del presente e del futuro.

Sostenibilità, importanza della formazione, innovazione tecnologica, digitalizzazione delle aziende e dei processi produttivi sono stati al centro degli incontri che hanno visto la presenza di partner centrali per la filiera della calza: C.L.A.S.S., Assosport, Centro Servizi Impresa (CSC) e dell’Associazione Distretto Calza e Intimo (ADICI).