In questo articolo si parla di:
Boa Vista Ultra Trail

Il Boa Vista Ultra Trail torna il 9 dicembre per festeggiare la sua ventesima edizione.

L’evento coinvolgerà ancora i runner da tutto il mondo dopo tre anni di stop obbligato a causa della pandemia, un’attesa che ha portato a un aumento delle aspettative da parte degli appassionati della gara, che vogliono vivere un’esperienza tra il tropico del cancro e l’equatore, in questa piccola isola dell’arcipelago di Capo Verde. In una competizione di corsa disegnata tra spiagge chilometriche, deserti sabbiosi e pietraie sfibranti.

Confermati i tre percorsi da correre in autosufficienza: 150, 75 e 42 chilometri

Come da tradizione, gli organizzatori del Friesian Team in collaborazione con il Boa Vista Marathon Club e la municipalità di Boa Vista, offrono la medesima partenza dalla cittadina di Sal: dai 150 chilometri della Boa Vista Ultra Marathon che ripercorre il periplo dell’isola, per passare ai 75 chilometri della Boa Vista Salt Marathon con arrivo situato in una delle ultime saline dell’isola, concludendo con i 42 chilometri della Boa Vista Eco Marathon che porterà gli atleti sui primi chilometri delle precedenti gare ma con rientro a Sal per il traguardo.

Alla Boa Vista Ultra Trail i partecipanti, oltre che correre contro il cronometro e gli avversari, devono misurarsi con la natura selvaggia dell’isola e contro sé stessi, in totale autosufficienza: dall’organizzazione solamente la garanzia di acqua a ogni check-point e naturalmente aree soste per riposarsi e rifocillarsi. Un’esperienza che non si scorda facilmente.

La partenza del Boa Vista Ultra Trail è fissata per la mattina del 9 dicembre.