In questo articolo si parla di:

“Non sono mai stati così tanti gli azzurri agli Europei. Nei prossimi giorni comunicheremo ufficialmente la squadra per Roma 2024 ma possiamo già confermare che la nostra Nazionale avrà più di 100 atleti per la prima volta”. Ad annunciarlo è il presidente della FIDAL e della Fondazione EuroRoma 2024 Stefano Mei a pochi giorni dal via dei Campionati Europei di Atletica Leggera, in programma allo Stadio Olimpico e al Parco del Foro Italico dal 7 al 12 giugno e di cui Karhu è official supplier.

Mei è intervenuto al termine dell’allenamento mattutino delle staffette della nazionale italiana di atletica allo Stadio dei Marmi, dove è già cominciato l’allestimento della warm-up area (zona di riscaldamento) per gli Europei e il rifacimento dell’asfalto per il percorso della marcia.

Il numero dei convocati azzurri, che sarà definito ufficialmente a breve, era stato al massimo di 101 atleti nell’edizione precedente, quella di Monaco di Baviera, sceso poi a 98 a causa di tre defezioni prima della partenza. Stavolta si andrà oltre. E se in parte è anche frutto dell’aumento delle specialità nel corso del tempo, è soprattutto merito dell’ampliamento della base che si è concretizzato nell’ultimo triennio per l’atletica azzurra.

“Quelli delle convocazioni sono già numeri importanti, che raccontano bene l’investimento tecnico fatto in queste stagioni – le parole di Mei – Sono sicuro che sarà un Olimpico in festa, spinto dai grandissimi risultati che stanno ottenendo i nostri ragazzi ma anche dai grandi campioni internazionali presenti, da Bol a Duplantis, da Ingebrigtsen Warholm e tanti altri. È un lavoro febbrile man mano che si avvicina l’appuntamento, dopodiché ci sarà soltanto da godersi l’evento”.

Tra gli azzurri presenti nell’allenamento, anche il campione olimpico della staffetta 4×100 Filippo Tortu: “Questa è la cornice adatta per regalarsi grosse soddisfazioni – le sue parole – Ai Marmi pochi giorni fa ho fatto una delle peggiori prestazioni della mia vita, ma arrivo agli Europei con tutt’altro spirito, per fare bene nei 200 metri e nella 4×100. La gara di Berruti a Roma 1960 mi ha stregato fin da bambino, e mi ha ispirato per diventare un atleta: non è il momento di cercare paragoni col passato ma soltanto di dare il meglio di noi stessi. È l’occasione giusta per ribadire che siamo un’ottima squadra. Abbiamo bisogno dell’aiuto del pubblico per lasciarci il più bel ricordo possibile di Roma 2024”.

Prosegue, intanto, la vendita dei biglietti: fino alle ore 9 di giovedì 30 maggio collegandosi al sito roma2024.vivaticket.it sarà possibile acquistare tutti i tagliandi e gli abbonamenti con un prezzo scontato del 40%, mentre i bambini di tutte le scuole di Italia, insieme ai loro accompagnatori, potranno acquistare al prezzo simbolico di 1 euro il biglietto per seguire le sessioni mattutine e serali della giornata inaugurale del 7 giugno.