In questo articolo si parla di:
Front Runners Milano

Front Runners Milano è la prima community italiana lgbtqia+ in Italia dedicata agli amanti della corsa e della camminata.

È nata nel 2015 da un gruppo di amici che si ritrovavano a correre e, oggi, dopo quasi 10 anni continuano a portare avanti l’idea che lo sport debba essere benessere e condivisione, non stress e discriminazione.

Nella pratica, questo obiettivo è perseguito cercando di trovare un equilibrio tra la dimensione umana/sociale e quella agonistica. Ognuno all’interno del gruppo è libero di allenarsi con il proprio ritmo, in base alle personali specificità.

Ma la community è molto più di questo, perché inevitabilmente si creano legami umani, con diverse gradazioni, che crescono man mano che si prosegue con le settimane di allenamento.

Questo abbatte lo stereotipo che la corsa sia necessariamente uno sport solitario. Non è affatto così, se vissuto come momento di condivisione e non solo come un freddo rapporto matematico tra chilometri e tempo. C’è un valore aggiunto: il messaggio di inclusione. La corsa diventa anche un mezzo per diffondere con orgoglio l’idea di rispetto, gentilezza e accoglienza.

Il 24 marzo i Front Runners correranno tutti insieme alla Stramilano su diverse distanze, come modo per fare attivismo attraverso lo sport in uno degli eventi di corsa più partecipati di Milano. Anche in questo caso è il gruppo a emergere, ognuno con la sua personale sfumatura, ma insieme. L’evento coinvolgerà tutti le diverse realtà del Pride Sport Milano (il coordinamento dei gruppi sportivi lgbtqia+ della città).

Gli allenamenti si svolgono il mercoledì sera alle 19.15 presso il Centro Sportivo Giuriati (zona Città Studi). Il gruppo ha una composizione molto eterogenea, in termini di età, sesso, orientamento e livello di corsa e calibriamo sempre le attività in modo che siano svolgibili da tutti senza difficoltà.

I Front Runners sono un movimento internazionale: il primo club è nato a San Francisco nel 1974, dopo la pubblicazione del libro “The Front Runner” di Patricia Nell Warren. Da lì il movimento si è diffuso nel resto d’America, poi in Europa e anche in Italia nel 2015. Ad oggi, sono stati fondati più di 100 club Front Runners in tutto il mondo e fanno tutti parte della grande famiglia degli International Front Runners. I club sono un punto di riferimento non soltanto per la community lgbtqia+ locale ma anche per chi è di passaggio (lavoro, famiglia, etc.) o si sta trasferendo in una nuova realtà.