In questo articolo si parla di:

Si è conclusa domenica 15 ottobre la sesta edizione del Festival dello Sport di Trento  di cui La Sportiva è stata protagonista. Un ricco palinsesto di attività in compagnia di grandi nomi dell’arrampicata mondiale e dell’icona del trail running Anton Krupicka.

Quattro giorni di full immersion

La rassegna, rivolta a tutti gli appassionati di sport e movimento ha collezionato 150 eventi e più di 200 ospiti hanno fatto parte della kermesse e il brand si è reso protagonista delle quattro giornate, portando la propria conoscenza ed expertise in città, incontrando così le esigenze di tutti gli appassionati di climbing e sottolineando il proprio impegno nella promozione della cultura sportiva e del proprio territorio.

Dal 12 al 15 ottobre sono stati organizzati Meet&Greet con atleti del calibro di Stefano Ghisolfi, Angelika Rainer, Andrea Lanfri e Matteo Zurloni, oltre a workshop e attività dedicati ai più piccoli. Per l’azienda, partire dalle giovani generazioni è fondamentale al fine di trasmettere una cultura del movimento non solo orientata alla scelta e all’utilizzo dei prodotti migliori, ma che rivolge anche un’attenzione al legame imprescindibile tra sport e cura del territorio.

Grande fervore tra le attività organizzate da La Sportiva per i due appuntamenti con l’atleta Anton Krupicka, icona nel panorama del trail running da sempre legato alla montagna e al mondo dello sport. L’atleta è stato protagonista di talk ospitato presso lo store di Trento del brand e della morning run aperta al pubblico nella mattinata di sabato 14 ottobre.  “È fondamentale sviluppare un rapporto con il mondo naturale nei luoghi vicino a casa” ha dichiarato il trail runner. “Passiamo molto tempo a controllare ciò che ci circonda, quando siamo in automobile, in ufficio, a casa, come in qualsiasi edificio. È quindi un atto di onestà accettare con umiltà di porci davanti al mondo naturale e percepire l’indifferenza che prova per noi, e la potenza che esprime e rappresenta, e sentirci in quel momento piccoli e insignificanti”.

Gli eventi si sono dimostrati un’occasione per generare momenti di incontro e di scambio con la comunità locale e con gli appassionati.

“Il rapporto diretto con la comunità di runners offre stimoli per il nostro lavoro di tutti i giorni, per la progettazione di attrezzi per l’attività in montagna, e per confrontarci sui temi che gravitano attorno la pratica consapevole e sostenibile delle attività outdoor” Vittorio Barrasso, Brand & Communication Corporate Manager di La Sportiva.