In questo articolo si parla di:

Lo scorso 13 aprile, Franco Arese, chairman di Karhu e icona dell’atletica italiana, ha compiuto ottant’anni.

Nato a Centallo, in provincia di Cuneo, Arese ha conquistato il cuore degli italiani con le sue imprese sulle piste da atletica, e con la sua capacità di visione al di fuori da esse. Il suo contributo al mondo dello sport italiano, sia come campione europeo dei 1500 metri a Helsinki nel 1971, sia come presidente della Fidal per due mandati, dal 2004 al 2012, è stato di grande impatto.

Arese ha inoltre diretto con successo ASICS Italia per tre decenni, prima di acquisire Karhu insieme alla famiglia, completando una carriera straordinaria con successi imprenditoriali e dirigenziali, oltre che sportivi.

La celebrazione dei suoi ottant’anni è stata un’occasione per riunire una parata di stelle dell’atletica e non solo. La cerimonia ufficiale, tenutasi nel Comune di Cuneo, ha visto la presenza di illustri ospiti, tra cui il prefetto Fabrizia Triolo, il questore Carmine Rocco Grassi e la sindaca Patrizia Manassero.

Tra i presenti, campioni del calibro di Stefano Mei, Maurizio Damilano, Elisa Rigaudo, Livio Berruti, Stefania Belmondo, Pietro Arese, solo per citarne alcuni.

La presenza di atleti, dirigenti, giornalisti e appassionati ha reso questa celebrazione un momento indimenticabile, un tributo alla passione, alla determinazione e alla dedizione di Franco Arese.

Per concludere la giornata e celebrare l’eredità sportiva di Arese, un meeting giovanile in suo onore si è svolto nel campo di atletica della sua città.
Presente anche Ludo, la mascotte degli Europei di Atletica Roma 2024, di cui Karhu sarà fornitore ufficiale.

Per chi desiderasse approfondire la storia di Franco Arese, vi consigliamo di visitare la mostra “Nell’Olimpo. Storie di campioni di un territorio”, a Cuneo, promossa dalla Fondazione Crc, dove potrete immergervi nelle gesta e nella storia di questo campione.