In questo articolo si parla di:
La Sportiva Lavaredo Ultra Trail

La Sportiva Lavaredo Ultra Trail by UTMB è uno dei più importanti eventi internazionali di trail running che attira atleti provenienti da ogni angolo del mondo, accomunati dalla passione per la corsa in montagna e dalla voglia di sfidare se stessi in una competizione dove la fatica è compensata dalla bellezza dei luoghi e dalla condivisione di esperienze.

Ma soprattutto è uno degli appuntamenti più attesi e affascinanti. Una conferma arrivata dai numeri  della prossima edizione: sono 14.320 infatti i pre-iscritti, compresi i 5.500 atleti estratti estratti che potranno partecipare alle gare in programma dal 26 al 30 giugno 2024. Le iscrizioni per le quattro lunghe e medie distanze, dai 20 ai 120 km, sono chiuse, mentre a breve, il 1° dicembre, apriranno le iscrizioni con 600 pettorali disponibili per la 10 km in notturna tra i boschi delle Dolomiti, gara che ha esordito nel 2023.

Questi numeri hanno raggiunto la quota record, se si pensa che gli iscritti nel 2023 erano 11.500 nel 2023. Un primato che riguarda anche le nazionalità dei partecipanti, arrivate a 95. Tra i Paesi più rappresentati, l’Italia guida la classifica con il 45%, seguita da Francia (10%), Polonia (6%), e Spagna (5%).

Con un’età media di 41 anni e una fascia di età che varia dai 18 ai 75 anni, alla LUT sono numerosissime le donne, soprattutto nelle gare medie e corte, mentre sulle lunghe distanze c’è ancora una netta predominanza maschile (87%). Torneranno anche quest’anno due pietre miliari della gara, due atleti che hanno completato tutte le edizioni dall’anno 2007 a oggi: il friulano Luca Baradello, classe ’68 di Ronchis, in provincia di Udine, e il sessantunenne Roberto Tomasi, di Vittorio Veneto. Questi atleti incarnano la perseveranza, la passione e l’amore per questa gara.