In questo articolo si parla di:
Kerr vince i mondiali sui 1550 metri a Busapest

Josh Kerr, membro dei Brooks Beasts, la squadra di atleti professionisti Brooks, ha vinto l’oro mondiale sui 1500 metri ai Campionati del Mondo di Budapest lo scorso 23 agosto, disputando una gara veloce che lo ha portato sul gradino più alto del podio.

Il numero sette al mondo fino a prima del mondiale ha poi dichiarato: “La partenza è stata veloce, ma ho mantenuto la calma”.

Il norvegese Jacob Ingebrigtsen è rimasto in possesso del vantaggio fino all’ultimo giro, con un ritmo veloce di 2’35’’89 e fino al rettilineo dell’arrivo, come ai Campionati del Mondo del 2022, dove è stato superato dal britannico Jake Wightmen.

A 200 metri dal traguardo, Kerr ha colto l’occasione e si è portato in testa, ma è stato respinto da Ingebrigtsen, che ha fatto sì che i due corridori fossero testa a testa negli ultimi 100 metri. Kerr si è staccato negli ultimi 50 metri e ha conquistato la vittoria in 3’29’’38 contro 3’29’’65 di Ingebrigtsen.

“Sapevo di essere in grado di vincere una medaglia d’oro ai Mondiali e a 50 metri dalla fine l’ho staccato. A quel punto si trattava solo di mantenere una cadenza veloce, sapevo di dover rimanere forte”.

“Bisogna crederci. Quando ero sulla linea di partenza continuavo a ripetermi: è il mio turno, è il mio turno”. Quando gli è stato chiesto se avesse mai dubitato di se stesso, la sua risposta è stata: “Non proprio, è stato un lungo viaggio e, vittoria o sconfitta, sapevo di avere le basi per diventare un campione del mondo. Negli ultimi due mesi ho lavorato molto duramente, ho seguito una dieta rigida, non ho lasciato nulla al caso: non ho preso scorciatoie”.

Josh Kerr ha corso la gara con le Brooks Hyperion Elite LD, un modello che sarà commercializzato nel 2024. La gamma Hyperion è costituita da Hyperion Elite 3, per prestazioni potenti in gara; Hyperion Max, più protettive, adatte per allenamenti veloci sulle lunghe distanze; Hyperion GTS dotata del sistema GuideRails, che consente gesti fluidi e naturali durante la corsa, assecondando i naturali movimenti del corpo e offrendo il supporto necessario a ogni passo.