In questo articolo si parla di:

Dopo il successo dell’edizione milanese, andata in scena lo scorso autunno, la corsa a staffetta dedicata al mondo aziendale si appresta a sbarcare a Roma nella giornata di sabato 18 maggio.

Organizzato da MG Sport, gode del Patrocinio del Comune di Roma ed è il primo evento running dedicato al mondo corporate, come sottolineato dal claim “Where Team Building Runs”.

Il programma

Lo start della The Loop Relay Roma è fissato per le ore 18.30. Ogni team partecipante dovrà essere composto da quattro persone appartenenti alla stessa azienda. Il percorso di 20 km è formato da un giro di 2,5 km: ogni frazionista deve percorrere 5 km, per un totale di due giri, da gestire liberamente secondo la strategia di squadra. Ciascun frazionista può quindi scegliere se effettuare due giri consecutivi o separati, organizzando un maggior numero di cambi con i propri compagni. La manifestazione si conclude quando tutti i componenti della squadra portano a termine la propria frazione, nel tempo massimo di tre ore.

L’evento guarda anche alla solidarietà. Ogni squadra potrà partecipare a “The Second Loop”, il programma di charity legato all’iniziativa che ha spostato il charity partner Sport Senza Frontiere con l’obiettivo di permettere anche ai bambini meno fortunati la pratica dello sport, migliorando la loro integrazione e prevenendo l’inserimento in contesti di disagio sociale.

  • Ore 15.00: apertura segreteria per ritiro pettorali e pacco gara al Circo Massimo
  • Ore 16.00: partenza The Loop for JOY – Kids
  • Ore 17.00: partenza The Loop for JOY – La staffetta della solidarietà
  • Ore 18.30: partenza THE LOOP RELAY
  • Ore 20.30: premiazione

Testimonial e partner

La The Loop Relay Roma potrà contare su testimonial d’eccezione, ovvero il bronzo olimpico Fabrizio Donato e il triplista cubano naturalizzato italiano Andy Diaz Hernàndez, che parteciperà alle prossime Olimpiadi.

Il media partner dell’evento è invece Il Sole 24 ore, che qualche mese fa aveva pubblicato l’indagine “Corporate Wellbeing in Italia 2023”, condotta da Radical HR su oltre 400 realtà imprenditoriali. L’indagine ha messo in luce come la quasi totalità di chi guida le aziende ritenga il wellbeing una priorità. L’84,9% degli intervistati ritiene che il wellbeing sia un tema cruciale da affrontare prioritariamente, e per un quarto dei partecipanti la leadership è addirittura molto convinta. Solo nel 3,6% dei casi, invece, i leader aziendali ritengono che il wellbeing non sia una priorità.

Il quotidiano, infine, pone l’accento anche su un’altra indagine condotta quest’anno da “Wellbeing & Corporate”, l’Osservatorio di Fitprime, piattaforma di servizi di welfare aziendale rivolti al benessere della persona, che ha messo in evidenza che chi inizia a fare sport prova un maggiore benessere generale (86,1%), una riduzione dello stress (56,1%) e un miglioramento della propria performance lavorativa (13%).