Al grido “Bring your life”, oggi Thule vende i suoi prodotti in più di 140 mercati in tutto il mondo. Il suo motto, “partorito” su una spiaggia australiana da Magnus Welander – CEO e Presidente di Thule Group – mentre osservava le tante auto equipaggiate di portabagagli per trasportare le attrezzature sportive, ben rappresenta l’azienda svedese che da 75 anni aiuta le persone a mantenere un stile di vita attivo permettendo loro di portare con sé quello che amano di più.

Grazie al passeggino sportivo Thule Urban Glide, per esempio, i genitori che amano la vita all’aria aperta possono godersela in totale sicurezza con i propri bambini. Prodotto d’eccellenza nel campo dell’innovazione e del design che lo scorso novembre, in occasione della prima edizione dei ”DesignEuropa Awards” organizzati dall’Unione Europea, ha vinto l’Industry Award. Ma Thule Urban Glide è solo una delle tante soluzioni ingegneristiche intelligenti studiate dagli sviluppatori e dai designer di Thule. L’ultima, in ordine cronologico, è la linea di valigie e bagagli Subterra, ideata partendo dal successo raggiunto dalla precedente collezione Crossover che, dal debutto sul mercato nel 2011, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali.

Una vera e propria evoluzione nel settore merceologico della valigeria pensata per il viaggiatore esperto che predilige la massima efficienza durante il viaggio. Necessità alla quale Thule risponde con soluzioni all’avanguardia come il sistema di compressione per salvare spazio, l’innovativo sistema 2 in 1 grazie al quale è possibile usare la stessa valigia come un unico pezzo da stiva o come due distinti bagagli a mano, e le numerose tasche presenti in tutte le borse e le valigie della nuova linea.

Disponibile da febbraio 2017.

Per saperne di più scarica il numero 1 del 2017 di Running Magazine.