In questo articolo si parla di:

Oltre 265 mila persone iscritte e più di 8 milioni di euro raccolti, che saranno interamente devoluti a favore della ricerca scientifica per trovare una cura alle lesioni del midollo spinale. Sono i due più importanti numeri dell’undicesima edizione della Wings for Life World Run, andata in scena nella giornata di domenica 5 maggio.

A vincere, ancora una volta, è stata quindi la solidarietà. La corsa charity in contemporanea mondiale è iniziata alle 13.00 italiane: nel nostro Paese, dove si correva attraverso l’apposita App, l’evento principale ha avuto luogo al MIND Milano Innovation District, trasformando il sito in un epicentro di energia, impegno e solidarietà. Diversi campioni dello sport hanno dato il proprio contributo per questa nobile causa: la stella del basket Gigi Datome (in rappresentanza di EA7 Emporio Armani Olimpia Milano), la campionessa di biathlon Dorothea Wierer, i piloti Tony Arbolino e Filippo Farioli, la player Kurolily e gli ospiti d’eccezione Giulia Lamarca, Leonardo Lotto e Michel Roccati, le cui storie personali sottolineano lo scopo di questa iniziativa.

“Sono molto felice di essere qui oggi e dare così il mio contributo. La Wings for Life World Run è un evento unico, una giornata di festa in cui fare sport, divertirsi e stare insieme e allo stesso tempo fare del bene”, ha dichiarato Gigi Datome, ambassador e voce italiana della Catcher Car Virtuale della Wings for Life World Run 2024. Gli hanno fatto eco le parole di Giulia Lamarca, ambassador e voce motivatrice dei runner: “Oggi sono qui con la mia famiglia ed è bellissimo sapere che insieme a noi ci sono centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, unite da un unico importante obiettivo: trovare una cura per le lesioni spinali”.

169 nazioni, 192 nazionalità in gara, 7 Flagship Run e 345 App Run: sono i numeri dell’undicesima edizione della Wings for Life World Run

Gli ultimi corridori ad essere stati raggiunti dalla Catcher Car – il traguardo mobile che parte 30 minuti dopo l’inizio della gara ed elimina i partecipanti una volta raggiunti – sono stati il giapponese Tomoya Watanabe, primo uomo al mondo oltre i 70km nella competizione, e la polacca Dominika Stelmach, che ha vinto così la sua seconda Wings for Life World Run. I due vincitori mondiali hanno percorso rispettivamente 70.09 km (record assoluto dell’evento) e 55.02 km.

Moltissimi i partecipanti che hanno preso parte alle diverse App Run organizzate in tutta Italia: oltre 4mila le persone che hanno corso, camminato o partecipato in sedia a rotelle per raccogliere i fondi per la ricerca. Tra questi l’ambassador Michel Roccati, tornato a camminare dopo una lesione midollare completa grazie ad uno studio sperimentale sostenuto dalla Fondazione Wings for Life, la cui storia rappresenta a pieno come questa corsa e il suo ricavato cambino concretamente la vita delle persone colpite da lesione spinale: “È stato emozionante partecipare alla Wings for Life World Run qui in Italia. Vedere così tante persone correre per questo stesso scopo è un risultato che mi riempie di soddisfazione e anche di speranza. La ricerca scientifica sta facendo enormi progressi proprio grazie al sostegno di questo evento”.

Non solo l’Italia, anche nel resto del mondo la gara a scopo benefico ha potuto contare su nomi di grande prestigio che hanno rappresentato i rispettivi Paesi: da Neymar Jr a Stefanos Tsitsipas, da Lindsey Vonn a Marc Márquez.

I NUMERI DELL’UNDICESIMA EDIZIONE (E NON SOLO)

  • Complessivamente, 265.818 persone, suddivisi in 145.547 uomini e 120.271 donne, hanno preso parte all’edizione 2024 della Wings for Life World Run. 1.559.534 sono il totale delle persone coinvolte nelle precedenti edizioni
  • 11,5 i km percorsi in media a testa dagli oltre 265 mila partecipanti a livello globale, per una distanza totale equivalente a circa 50 volte la circonferenza del globo
  • Dalla prima edizione del 2014, più di 1 milione e mezzo di partecipanti alla Wings for Life World Run hanno raccolto un totale di 51,93 milioni di euro: tutti completamente devoluti alla ricerca scientifica per trovare una cura alle lesioni del midollo spinale. Finora sono stati finanziati 299 progetti di ricerca e studi clinici, tutti scelti attraverso un’accurata procedura di selezione
  • 7.000 i volontari coinvolti. La partecipante più anziana è stata Frieda Feller, classe 1937
  • Il percorso più caldo è stato quello di Lucknow (India) con 41°C, mentre il più freddo quello di Québec (Canada) con 5°C
  • 35.397 corridori hanno preso parte alla prima Wings for Life World Run

La 12° edizione della Wings for Life World Run si svolgerà il 4 maggio 2025. Le iscrizioni per correre con l’App sono già aperte, mentre le iscrizioni per correre in specifici App Run Event e Flagship Run apriranno il 6 novembre 2024.
Ulteriori informazioni su wingsforlifeworldrun.com